Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

I Teatri del Mondo si fa in cinque. Torna il festival del teatro per ragazzi: dal 10 al 19 luglio Porto Sant'Elpidio diventa un palcoscenico a cielo aperto. Renzi: "Avanti tra slancio e utopia"

Un momento della presentazione

PORTO SANT'ELPIDIO - Saranno i ragazzi della Crisalide a dare il via alla ventiseiesima edizione dei Teatri del Mondo. Giovedì 9 luglio, a Villa Murri, con un'anteprima eccezional inaugureranno il Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi che si svolgerà a Porto Sant'Elpidio dal 10 al 19 luglio. E' questa una delle novità di un'edizione che si preannuncia densa di sorprese. A partire dalle location del festival che non sarà più concentrato solo nella zona centrale della città e in pineta, ma che andrà a coinvolgere tutti i quartieri, che isseranno dei gonfaloni con le insegne del festival, con incursioni alla Faleriense e il gran finale a San Filippo.

"E' stata accolta - ha spiegato il sindaco Nazareno Franchellucci durante la presentazione del festival - la richiesta di cittadini e commercianti di estendere a tutta la città una manifestazione che rispecchia in pieno i valori di Porto Sant'Elpidio e che è uno dei motivi per cui le famiglie scelgono questa città come meta delle loro vacanze".

Dello stesso avviso il presidente di Marca Fermana Maurizio Marinozzi: "Il nostro - ha detto - non è un territorio autorefernziale, non abbiamo spiagge di velluto; per attrarre turisti e per farli tornare, abbiamo bisogno di una 'scusa', e questo festival è una grande e bellissima 'scusa'.

Dopo l'anteprima del 9 luglio, il festival prenderà il via venerdì 10 luglio con una serata speciale all'Hotel Horizon di Montegranaro che ospiterà lo spettacolo di una compagnia russa. A presentare il programma, il direttore artistico dei Teatri del Mondo Marco Renzi che ha iniziato dai numeri: tre mesi, cinque luoghi e oltre 120 spettacoli. "Il cuore progettuale e l'anima del festival - ha detto Renzi - sono e restano a Porto Sant'Elpidio. Il nostro obiettivo però è di realizzare un festival plurale e dopo venticinque anni ci stiamo riuscendo".

L'edizione 2015 prenderà avvio da Pescara (dall'1 al 4 luglio) e da Formia (dal 3 al 5 luglio), arriverà a Porto Sant'Elpidio (dal 10 al 19 luglio), si trasferirà in Albania e in Kosovo (dal 10 settembre al 3 ottobre, in collaborzione con il Veregra Street Festival) e si concluderà a Bari (4 ottobre). "Per la prima volta - ha spiegato Renzi - il festival avrà tre direttori artistici. Lavorare insieme è fonte di ricchezza e non di impoverimento, come qualcuno potrebbe pensare. E' vero, bisogna confrontarsi e mediare, ma il risultato ci dà ragione. E non è detto che non cresceremo ancora".

A Porto Sant'Elpidio, tra le novità di quest'anno c'è il Festival della lettura, con trenta lettori che, nel parco di Villa Baruchello, creeranno dei percorsi animati tra i boschi, e la festa delle compagnie che aderiscono a Utopia (Unione dei teatri operativi per l'infanzia e l'adolescenza). Sei gli spettacoli in programma ogni giorno, dalla mattina fino a sera; tre le mostre organizzate a Villa Murri, mentre raggiunge la ventesima edizione il Premio Otello Sanzi, rivolto alle giovani compagnie teatrali.

Un festival per i giovani non può non guardare alle nuove tecnologie. Così, oltre al sito internet e ai profili Facebook e Instagram, è stata creata l'app "I Teatri del Mondo", con tutte le informazioni sul festival. La community Instagram di Fermo, inoltre, sarà presente durante la manifestazione per raccontarla a suon di foto e, ai concorsi rivolti ai giovani, che premiano il disegno e la recensione più bella, quest'anno si aggiunge quello per la foto più bella; il vincitore sarà premiato con un buono di 150 euro da spendere da Foto Zeppilli a Porto San Giorgio.

I venticinque anni del festival, inoltre, sono stati raccontati attraverso un video realizzato da Jacopo Evangelista, giovane che sta svolgendo il Servizio Civile in Comune. "Un nuovo modo di promuovere la città in pillole", secondo Franchellucci. "Abbiamo tanto da mostrare - ha sottolineato il sindaco - e lo faremo con brevi filmati che, di volta in volta, saranno pubbblicati nel sito del Comune".

Aumentato di cinquanta centesimi rispetto agli anni scorsi, resta più che accessibile il prezzo del biglietto (3 euro a spettacolo, 24 euro per l'abbonamento a dieci spettacoli, 1 euro per i laboratori del mattino), per un festival che, pur risentendo della crisi, non ci pensa proprio a mollare. "Ci muoviamo tra slancio e utopia", ha detto Renzi. "Per organizzare il festival sono stati necessari circa 100mila euro, un budget molto ridotto rispetto a qualche anno fa, ma, come si sa, il mondo in questi anni è cambiato. Ringraziamo gli sponsor che ci hanno aiutato, la Fondazione Carifermo, la Camera di Commercio di Fermo e quelli privati. Se riusciamo ad andare avanti, però, è anche grazie a tutte quelle compagnie disposte a partecipare gratuitamente pur di esserci. I Teatri del Mondo è un festival che si è fatto conoscere e apprezzare, non a caso è la più grande e longeva manifestazione italiana dedicata al teatro per l'infanzia e l'adolescenza"

www.eventiculturali.org


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina