Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Antiquariato, artigianato e molto altro: l'estate fermana nel segno del Mercatino del Giovedì

Un momento della presentazione

FERMO - Nove appuntamenti, 194 espositori (37 nuovi), nove associazioni di volontariato, 4mila metri quadrati di area espositiva: sono i numeri della 33^ edizione della Mostra Mercato dell’Antiquariato e dell’Artigianato - meglio conosciuta come Mercatino del Giovedì - che si terràa Fermo dal 2 luglio. Piazza del Popolo, Strada Nuova, Piazzale Azzolino e Corso Cefalonia i luoghi in cui la longeva manifestazione si svolgerà tutti i giovedì di luglio e agosto (unica eccezione mercoledì 12 agosto).

“La mia - ha detto il sindaco Paolo Calcinaro durante la presentazione - non è una vicinanza istituzionale ma affettuosa al mercatino che è parte della mia crescita e della mia vita. Il mercatino riesce ad attrarre moltissimi stranieri come nessun’altra manifestazione. Ci sarà forse un segreto che dovremo trasferire ad altri eventi e iniziative. Proprio perché credo molto in questa iniziativa che vale molto e merita altrettanto, proporrei di ragionare sulla possibilità di dare un prosieguo alla manifestazione anche nella prima metà di settembre”.

“Il mercatino - ha spiegato l'assessore al Commercio Mauro Torresi - oltre ad avere un aspetto economico, ha anche una rilevanza sociale perché rappresenta un punto di ritrovo per i fermani e non solo”.

Da parte sua, Daniela Del Bigio, presidente del Comitato Permanente del Mercatino, ha sottolineato che “Il mercatino marcia nel solco della tradizione, è un’esperienza consolidata e con una forte identità che mantiene le stesse caratteristiche da sempre ed è per questo che ha colto ininterrottamente nel segno. E’ il secondo mercatino delle Marche, dopo quello di Castelfidardo, e il contesto in cui si svolge lo rende particolare e in stretto rapporto con la biblioteca, i musei e i commercianti. Un grazie va a Bibi Iacopini per la cura della fase tecnica e organizzativa, al Comune di Fermo, alla Cassa di Risparmio di Fermo, a Filippo Ercoli della Solgas, ai membri del Comitato (Antonio Zappalà, Rocco Orsini, Piergiorgio Giusti e Giocondo Rongoni), al Comandante e i vigili urbani, agli espositori e a tutti coloro che ci sostengono".

Come nelle precedenti edizioni, nelle serate del mercatino, dalle 21 alle 24, sarà possibile visitare i musei e la biblioteca della città. L’anno scorso - ha detto Maria Chiara Leonori, direttrice della Biblioteca Spezioli - sono stateottomila le presenze registrate. Oltre al classico scorcio su Piazza del Popolo dal loggiato del passetto, sarà possibile ammirare una mostra dove saranno esposti i frontespizi dei testi di Romolo Spezioli e assistere alle letture animate della sezione ragazzi della biblioteca”.

“Il mercatino - ha aggiunto Bibi Iacopini, direttore tecnico dell’evento - con la sua magia, riesce a proporre una serie di iniziative collaterali come l’apertura del cortile di Palazzo Azzolino con un angolo dedicato alle foto con costumi medievali, di S. Monica in Piazzetta, della Cisterna di Via Adami con ArtCafè, sketchcrawl (pittura di strada), l'apertura in due date, grazie al Liceo Classico “A. Caro” di Palazzo Euffreducci, una mostra di collezionismo alle piccole cisterne”.

Durante i giovedì di mercatino saranno attivi bus navetta gratuiti dai parcheggi e un servizio di linea, dalle ore 17.50 a mezzanotte, dai campeggi di Marina Palmense al centro storico.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina