Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Abilità e tradizioni: al Marchesato di Santa Caterina la sedicesima edizione de La Festa e li Jochi

Un momento della serata

PORTO SANT’ELPIDIO - Festa oggi nelle frazioni di Luce e Cretarola. Ieri sera infatti la delegazione foranea del Marchesato di Santa Caterina si è portata a casa la sedicesima edizione de “La Festa e li Jochi”, la manifestazione che vede le quattro delegazioni della Contesa del Secchio (Santa Croce - Bivioo Cascinare e Casette d'Ete, Porto - Porto Sant'Elpidio, Castel di Castro - Castellano e Marchesato di Santa Caterina - Luce e Cretarola) contendersi l’ambito palio e la posizione di apertura nella sfilata della rievocazione elpidiense.

Scenario della competizione, il lungomare di Porto Sant’Elpidio. Partito dall’Orfeo Serafini, il corteo di dame, nobiluomini, musici e contradaioli si è diretto alla Rotonda, dove si sono svolte le gare. Sette in tutto, che hanno visto le delegazioni cimentarsi in altrettanti giochi di una volta.

La partenza è stata affidata alla “corsa co li sacchi”, vinta dal Marchesato di Santa Caterina, che si è aggiudicato anche il tiro alla fune e la corsa con le “vrocche” (gara che ha impegnato le donne delle delegazioni in un percorso da completare tenendo in equilibrio sulla testa una brocca piena d’acqua). Il più rapido a salire sull’albero della cuccagna è stato il contradaiolo del Porto. Emozioni sono arrivate dalla corsa con le uova: due contradaioli per delegazione, intenti a reggere a mo’ di “sedia del papa” un terzo con in bocca un cucchiaio di legno con su un uovo da trasportare senza far cadere. Ad aggiudicarsi la gara è stata la delegazione di Santa Croce. A Castel di Castro è invece andata la gara di tiro con la balestra, mentre a conquistare la staffetta finale è stato il Marchesato di Santa Caterina.

Tirando le somme, ad aggiudicarsi il palio è stato il Marchesato di Santa Caterina che ha bissato il successo dello scorso anno e che aprirà la sfilata della prossima edizione della Contesa del Secchio. Al secondo posto si è piazzata Santa Croce, seguita dal Porto e da Castel di Castro.

Molto sentita tra partecipanti e cittadini, la competizione, col passare degli anni, ha ottenuto un ruolo sempre maggiore nelle due manifestazioni principali di Sant’Elpidio a Mare: all'interno di “Città Medioevo”, quest’anno, le delegazioni avranno a disposizione un’intera zona del centro storico per allestire scene e una taverna; alla “Contesa del Secchio” presenzieranno con molti figuranti. Da quest’anno, inoltre, il Comune di Sant’Elpidio a Mare ha inserito le quattro delegazioni nello Statuto Comunale come "entità da tutelare" all'interno delle manifestazioni storiche ufficiali della città.


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina