Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Caldo anomalo, nelle campagne è allarme siccità

Mimose in fiore in anticipo con caldo anomalo

MARCHE - Dal grano agli ortaggi è allarme siccità nelle campagne marchigiane. A lanciarlo è la Coldiretti regionale con la perdurante mancanza di pioggia che segue un dicembre quasi completamente all’asciutto e il caldo anomalo che ha fatto anticipare le fioriture.

Tra le colture in sofferenza idrica ci sono i cereali come il grano che si trovano più avanti rispetto alla normale fase di maturazione, esponendosi oltretutto al pericolo che violente piogge possano “allettare” la produzione, cioè piegare a terra le spighe. Soffrono anche gli ortaggi, con i produttori che si preparano ad irrigazioni di soccorso nel caso la mancanza di pioggia dovesse perdurare. E si teme anche per gli alberi da frutto, poiché il caldo anomalo ha “risvegliato” le piante anticipando addirittura la fioritura ed esponendo le produzioni al rischio gelate. Disagi anche negli uliveti, con i produttori costretti ad anticipare le operazioni di potatura.

A ciò si aggiunge la preoccupazione che il proseguire delle alte temperature possa anticipare l’arrivo delle produzioni ortofrutticole sul mercato, creando un eccesso di offerta e il conseguente crollo dei prezzi pagati ai produttori. Gli effetti della siccità si faranno poi quasi sicuramente sentire anche sulle prossime semine primaverili ed estive, a causa della scarsità delle risorse idriche presenti nei terreni.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina