Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Arriva la pioggia, dopo un'estate bollente. Coldiretti: campagna a rischio grandine

Immagine di archivio

MARCHE - La pioggia tanto attesa da qualcuno alla fine è arrivata, dopo che nel mese di agosto si è verificato un calo delle precipitazioni del 31% rispetto alla media storica regionale. Ad affermarlo è la Coldiretti Marche, sulla base di dati Assam, con i temporali che stanno interessando gran parte del territorio.

Nei primi diciotto giorni del mese è caduto un terzo di pioggia in meno, dopo un luglio praticamente “a secco” che ha visto addirittura una media di 8 millimetri di precipitazioni rispetto ai 41 millimetri della media storica.

Una situazione che ha causato un aumento dei costi per le aziende agricole, costrette a irrigare per sostenere le colture in campo, "stressate" anche dal gran caldo. Basta pensare che il mese di luglio, nelle Marche, ha avuto temperature superiori di 3,4 gradi alla media, mentre ad agosto ci si è fermati sinora a 1,5 gradi in più.

La caduta della pioggia però - dice Coldiretti - per essere utile alle campagne e alimentare le riserve idriche deve avvenire in modo costante e non violento, mentre i forti temporali, soprattutto se si manifestano con precipitazioni intense e con grandine, provocano danni gravissimi alle colture in campo in questa fase stagionale, dalla vite all’ulivo.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina