Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Arriva la dieta salva esami. Tanta frutta (e poco caffè) per affrontare al meglio la maturità

Immagine di archivio

MARCHE - Ansia, agitazione, notti in bianco. Chi ci è passato lo sa: l'esame di maturità mette a dura prova lo stato psicofisico dei maturandi. In poche ore si vorrebbe riempire la testa di centinaia di concetti. Si dorme poco e male e si fa un grande uso di caffè per restare svegli e concentrati. Errore. Perché il caffè provoca eccitazione, ansia e insonnia, che a loro volta fanno perdere concentrazione e serenità. Un circolo vizioso che può essere interrotto mangiando molta frutta. Proprio così, la frutta aiuta a rilassarsi e a combattere il caldo.

Ad indicare la strada per affrontare al meglio la maturità è la Coldiretti che ha stilato la lista degli alimenti “promossi e bocciati” nella dieta dei 12.800 maturandi marchigiani. Un aiuto per vincere la preoccupazione - dice Coldiretti - viene dagli alimenti ricchi di sostanze rilassanti come pane, pasta, riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele, tutti in grado di favorire il sonno e di aiutare l'organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione gli esami.

Da evitare, invece, perché possono provocare insonnia e agitazione oltre al caffè, anche patatine in sacchetto, salatini e cioccolata, spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie. E' necessario - consiglia la Coldiretti - cercare di riposare adeguatamente, facendo attenzione all'alimentazione, evitando sia il digiuno che gli eccessi, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti. Tra i condimenti "out" i cibi con sodio in eccesso, per cui vanno banditi curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola, per l'eccesso di sodio e di conservanti, sono da tenere lontani.

Esistono invece cibi che aiutano a rilassarsi per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione, ma effetti positivi nella dieta serale si hanno con legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi.

Tra le verdure al primo posto la lattuga, seguita da cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno. Bene anche un bicchiere di latte caldo, giusto prima di andare a letto, che oltre a diminuire l'acidità gastrica che può interrompere il sonno, fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, in grado di attenuare insonnia e nervosismo.

Infine, un buon dolcetto di incoraggiamento ricco di carboidrati semplici ha una positiva azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele, che creano un'atmosfera di relax e di piacere che distende la mente e la rende più pronta a rispondere alle sollecitazioni degli esaminatori.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina