Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

San Faustino, per i 200 mila single marchigiani è stangata nel carrello

MARCHE - Sono duecentomila nelle Marche i single che festeggiano oggi San Faustino, protettore degli “scoppiati”. Ad affermarlo è la Coldiretti regionale sulla base di una stima su dati Istat, secondo i quali le persone sole rappresentano il 13% della popolazione. Una quota che comprende i single non vedovi, vedovi e divorziati che non si sono risposati, celibi e nubili che non vivono nella famiglia di origine, monogenitori con figli.

La scelta o la necessità di vivere soli porta però con sé lo svantaggio di dover affrontare un costo della vita superiore in media del 64%, quasi il doppio rispetto a una famiglia tipo. Secondo un'analisi Coldiretti la spesa media per alimentari e bevande di un single è di 277 euro al mese, il 44% superiore a quella media di ogni componente di una famiglia tipo di 2-3 persone che è di 192 euro. I motivi della maggiore incidenza della spesa a tavola sono certamente da ricercare nella necessità di acquistare spesso maggiori quantità di cibo per la mancanza di formati adeguati. Formati che, anche quando sono disponibili, risultano molto più cari di quelli tradizionali.

Per i single l’aumento di costi è poi addirittura doppio (100%) per l’abitazione rispetto alla media per persona di una famiglia tipo. D’altra parte gli appartamenti e le case più piccole hanno prezzi più elevati al metro quadro sia in caso di acquisto che di affitto, usare l’automobile da soli costa di più come pure riscaldare un appartamento. La scelta di non stare in coppia, continua la Coldiretti, non è peraltro sempre volontaria ma è anche determinata dall’invecchiamento della popolazione con un maggior numero di anziani rimasti in casa da soli che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina