Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare a lavoro per la realizzazione dell'anello ciclopedonale

SANT’ELPIDIO A MARE – I Comuni di Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare aderiscono al progetto della quadriciclo, il grande anello ciclopedonale interregionale e interprovinciale che include Foligno, l’Unione Montana dei Monti Azzurri, i Comuni di Amandola, Servigliano, Montefortino, Smerillo, Santa Vittoria, Montefalcone Appenninico, Civitanova Marche, Fermo, Porto San Giorgio e Macerata, Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare. Il personale degli uffici tecnici dei due Comuni ha collaborato per individuare un percorso ciclabile tra Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio, che s’innesta con la pista ciclabile della città rivierasca. Oltre ad integrare i servizi, dunque, i due Comuni intendono favorire la mobilità dolce per lo spostamento ecocompatibile di persone durante il tempo libero e lo sport e, soprattutto, come strumento di integrazione economica, sociale, energetica e turistica.

“Le colline che si susseguono da Porto Sant’Elpidio a Sant’Elpidio a Mare devono ancora essere valorizzate dal punto di vista paesaggistico, culturale e ambientale – osserva l’Assessore all’Ambiente Annalinda Pasquali - e la realizzazione di una ciclabile intercomunale che si ricongiunge al grande anello della quadriciclo consentirebbe l’integrazione dei due nostri Comuni con una rete dalle enormi potenzialità turistico-economiche”. “Un progetto “creativo ed ecosostenibile” – commenta il Sindaco Nazareno Franchellucci - un cammino ciclabile che potrà valorizzare un territorio esteso tra il mare Adriatico e gli Appennini. Lo scopo è quello di formare un quadrilatero con una rete di strade, frammentata ma già esistente, fino all’obiettivo finale di una rete fruibile di circa 200 chilometri. Prossimamente verranno stilati i protocolli d’intesa per una collaborazione tra i vari soggetti istituzionali per dare vita ad una collaborazione volta ad intercettare fondi europei.

Alla base del progetto c’è l’idea di una estensione di superficie sufficiente per attrarre, a livello internazionale, gli appassionati di vacanze condotte a piedi o in bicicletta, grazie alla ricchezza e alla qualità di offerta naturale, culturale, artistica ma anche ricettiva e di ristorazione. In Toscana l’intensificazione di percorsi pedonali e cicloturistici ha contribuito ad incrementare in misura importante l’afflusso del turismo, anche nei mesi storicamente poco attrattivi per i visitatori”. “Con l’adesione ad un progetto di questo tipo – osserva il Sindaco, Alessio Terrenzi - miriamo a valorizzare il nostro patrimonio turistico, storico, artistico e culturale inserendoci nella realizzazione di collegamenti a lunga percorrenza che consentano di attraversare grandi aree del territorio – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – Nella nostra città, in particolare, riteniamo che possa essere valorizzata la zona dell’Abbazia di Santa Croce al Chienti inserendoci nel percorso delle Abbazie. Inoltre, un progetto del genere ci permette di collegarci con le piste ciclabili maceratesi una volta realizzato il Ponte sul Chienti di cui stanno parlando Porto Sant’Elpidio e Civitanova, nonché con quelle esistenti a Porto Sant’Elpidio fino al litorale sanbenedettese creando un percorso turistico molto interessante”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina