Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Trasferta di successo per gli studenti dell'Iti Montani. Presentata all'Expo la Carta d'identità degli alimenti

Un momento della presentazione del primo progetto

FERMO - Si sono fatti valere gli studenti dell'indirizzo Chimica, materiali e biotecnologie dell'Iti Montani. Guidati dalla prof.ssa Teresa Cecchi, in questi giorni, all'Expo di Milano, hanno presentato due progetti sviluppati nel corso dell'anno scolastico da poco concluso, mettendo in luce le loro competenze.

La prima ad essere illustrata è stata la Carta d’identità del Presidio Slow Food della Mela Rosa dei Sibillini: un metodo per riconoscere, garantire e preservare la biodiversità di un frutto molto particolare, il cui aroma è costituito da molte sostanze chimiche che forniscono un’impronta digitale molecolare unica; tale impronta, unita alla descrizione analitica degli elementi costituenti, è inserita nella Carta d’identità chimica del Presidio Slow Food.

La Carta d'identità chimica degli insaccati Dop (Denominazione di origine protetta), con l’impronta molecolare degli stessi, è stata oggetto della seconda presentazione. Uno strumento nato e sviluppato con l'obiettivo di limitare, prevenire e smascherare le contraffazioni che danneggiano la filiera agroalimentare dei prodotti di qualità.

Numerosi gli ascoltatori che hanno chiesto informazioni e contatti. Il gruppo di studenti-ricercatori è poi tornato a Fermo per la consegna delle eccellenze della Provincia da parte dell'Ufficio scolastico regionale.

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Luglio 2015 11:16

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina