Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Mare blu, Pedaso regina delle spiagge fermane

La spiaggia di Pedaso

MARCHE - Tre vele su cinque: sono quelle assegnate a Pedaso da Legambiente e Touring Club Italiano. Due vele sono andate Porto Sant'Elpidio, una a Porto San Giorgio. E' quanto emerge dalla Guida blu 2016 (www.facebook.com/ilmarepiubello), la pubblicazione che segnala le località marittime italiane particolarmente meritevoli di essere frequentate. Pregi naturalistici, gestione del territorio, stato dei servizi, manutenzione dei centri storici, offerta enogastronomica: sono i principali aspetti che vengono analizzati per l'attribuzione delle vele.

Nelle Marche nessuna località è stata premiata con cinque vele, il massimo riconoscimento previsto. Portonovo e Sirolo ne hanno ottenute quattro, Fano, Senigallia, Porto Potenza Picena, Pedaso e Grottammare tre, Porto Sant’Elpidio e Cupra Marittima due, Gabicce Mare, Numana, Porto Recanati, Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto una.

Nella sezione dedicata alle località regine del turismo lacustre, per le Marche compare la località di Fiastra con tre vele. Accanto alle classifiche delle località costiere, Legambiente ha accorpato le località in comprensori turistici, sulla base di aree geografiche definite più da un’offerta omogenea che da confini amministrativi. Nella Guida blu, per le Marche, è segnalata la Riviera del Conero come un vero e proprio gioiello naturalistico.

"Con la guida Blu - spiega Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche - ogni anno vogliamo valorizzare la bellezza e le potenzialità delle Marche dando spazio alle buone pratiche di gestione del nostro territorio. L’attenzione all’ambiente, come la pulizia del mare e delle aree balneabili, ma anche la qualità ambientale e dei servizi ricettivi, l’adozione di politiche di sostenibilità, l’attenzione al consumo del suolo e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, testimoniano come sia possibile soffrire meno della crisi ed essere località sempre più competitive. Nelle Marche c’è ancora grande potenzialità di crescita investendo sulla valorizzazione e la buona gestione dell’ambiente e del territorio".

Anche i cittadini possono veotare la loro spiaggia preferita. Entro il 30 giugno nel sito www.legambiente.it/lapiubella e sui social con l'hastag #laspiaggiapiùbella è possibile esprimere il proprio voto.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina