Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Giovani cineasti crescono

FERMO - “Ragazzi, ho un’idea” e “Sogni & Salatini”: sono i due cortometraggi realizzati dagli alunni degli isc Nardi di Porto San Giorgio e Ugo Betti di Fermo, che saranno presentati martedi 10 maggio alle ore 18 nella Sala dei Ritratti. L'evento rappresenta l’esito finale del progetto “Giriamo uno Smart Film”, che proponeva un percorso di video partecipativo agli studenti di due scuole del Fermano e ha portato alla produzione dei due mini-film, ideati, scritti e prodotti da pre-adolescenti del territorio, che li hanno anche interamente girati con i loro smartphone.

I due lavori sono stati guidati da un'equipe della cooperativa sociale fermana NuovaRicerca.AgenziaRes e hanno avuto come protagonisti due gruppi paralleli di studenti di 12 e 13 anni. Negli ultimi sei mesi, i ragazzi che avevano scelto di partecipare a questa esperienza creativa e collettiva, hanno dato vita a un’impresa filmica completa, dall’ideazione del soggetto alle riprese, sperimentando la cooperazione e il gioco di squadra come modello di lavoro e di relazioni, allo scopo di produrre una narrazione genuina e quanto meno filtrata possibile della propria realtà generazionale.

Ciò che rende però realmente innovativa la realizzazione è il fatto che i ragazzi abbiano utilizzato in chiave creativa e consapevole uno strumento generalmente di fin troppo facile e superficiale fruizione per i “nativi digitali”: lo smart-phone. Che, questa volta, è stato scelto e imbracciato come strumento di elaborazione e di comunicazione emotiva, di interpretazione della realtà, di espressione artistica. Sperimentare un uso costruttivo e collettivo della tecnologia audiovisiva più comune e quotidiana è equivalso quindi ad un percorso educativo e ragionato sulla tecnologia a portata di tasca, a cui i giovanissimi approdano spesso in maniera immediata, senza mediazioni e accompagnamento adulto.

A presentare i due cortometraggi e a raccontare l’esperienza, insieme ai giovani studenti protagonisti, ci saranno Alice Zazzetta e Luigi Coccia, film-maker ascolani di derivazione e orientamento sociali, che sono anche stati le guide dirette dei due gruppi, oltre che i registi dei due piccoli film. La cura e il coordinamento del progetto sono stati di Giampaolo Paticchio. Uno dei due cortometraggi, “Ragazzi, ho un’idea”, è stato scelto per partecipare al Premio Giorgio Gaber, nella sezione "Obiettivo Nuove Generazioni", che si svolge dall’1 al 15 maggio a Grosseto.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina