Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Dal prossimo anno una sezione dell'ISC "Betti" con il metodo Montessori

FERMO - Le lettere smerigliate per imparare a riconoscere e scrivere le prime parole, i cubi per le formule matematiche. Il metodo della nota pedagogista ed educatrice marchigiana Maria Montessori sarà sistema di insegnamento in una sezione dedicata (ad indirizzo differenziato) alla scuola dell’Infanzia S. Andrea a Fermo (afferente all’Isc “U. Betti”) dall’anno scolastico 2016-2017.

A farsene promotrice l’associazione Montessori onlus di Porto San Giorgio (dove dal 2014 il metodo è applicato all’infanzia ed alla primaria) che ha riscosso l’accoglimento sia da parte dell’Amministrazione Comunale di Fermo che della dirigente dell’Isc Betti Anna Maria Isidori.

Dal prossimo anno scolastico anche a Fermo ci sarà il metodo Montessori – ha esordito l’assessore alle politiche educative Mirco Giampieri – abbiamo subito creduto in questo progetto che supporteremo anche con delle risorse per il mobilio, che deve essere adatto e specifico”.

Animati dalla consapevolezza che ancora oggi il metodo Montessori rappresenta una splendida opportunità per costruire un’esperienza scolastica ricca di gioia e amore per i piccoli studenti che avranno la fortuna di sperimentarlo – hanno aggiunto Silvia Cicconi, Giorgia Squarcia e Michela Melograni dell’associazione Montessori onlus - un gruppo di genitori ha deciso di unire le forze per ottenere l’apertura di una scuola dell’infanzia montessoriana a Fermo”.

Questa proposta ben si cala nel processo educativo avviato dalla nostra scuola – ha detto la dirigente dell’Isc Betti Isidori i due nuovi docenti che arriveranno avranno una preparazione specifica e saranno formati su questo metodo. Un progetto questo che, inoltre, bene si inserisce nel contesto della Scuola S. Andrea dove si contempla e si cura il rapporto bambino-natura”.

Proposta accolta in tempi brevissimi, che ha riscosso interesse e favore da parte dei genitori perché sarà stimolante anche per loro, vista la valenza educativa e pedagogica per il futuro di tutti” – ha aggiunto Olinda Curia del Comitato Genitori dell’Isc Betti.

Si tratta di un obiettivo ambizioso – hanno aggiunto le tre fondatrici dell’associazione Montessori onlus - soprattutto in Italia dove paradossalmente il Metodo, che non è diverso o particolare ma innovativo e moderno sempre, anche se risale ai primi del Novecento, e la stessa Maria Montessori hanno incontrato numerose resistenze, ma l’amore per i nostri figli e l’approfondimento che abbiamo condotto sul Metodo ci porta a credere che il cammino che iniziamo oggi valga la pena di essere percorso fino in fondo”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vitali - Novembre 2019

Vai all'inizio della pagina