Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

"Per promuovere le eccellenze, impariamo da voi". Delegazione cinese in visita al Diamante

Un momento della visita

PORTO SANT'ELPIDIO - Dovevano essere quaranta gli imprenditori cinesi in visita al "Diamante". In realtà, oggi ne sono arrivati 27. Proveniente da San Benedetto del Tronto e con direzione Milano, la delegazione ha fatto visita alla “porta” marchigiana della moda, prima di fare tappa all'Expo. Import-export di prodotti ad alta tecnologa, distribuzione di abbigliamento e calzature, agroalimentare i settori in cui operano gli imprenditori in visita a Porto Sant'Elpidio.

A portarli nelle Marche - ha spiegato Li Biao, direttore della Divisione Affari Europei del Dipartimento Commercio della provincia dello Hunan - diverse ragioni, tra cui un gemellaggio, stretto nel 2011, tra la Regione e la provincia cinese. In secondo luogo, la volontà, da parte del governo dello Hunan, di intensificare la collaborazione e gli scambi commerciali con le imprese straniere, già in forte crescita.

“L'economia cinese - ha spiegato Li Biao - svolge un ruolo molto importante in ambito globale; è lo sviluppo economico della Cina a dare spinta a quello mondiale. Le esportazioni di prodotti cinesi stanno aumentando in tutto il mondo; da parte nostra, stiamo aprendo sempre più porte sul mondo, importando prodotti da diversi continenti. Negli ultimi anni la Cina è diventato il secondo Paese al mondo per investimenti stranieri dopo gli Stati Uniti”.

A sostegno di queste dichiarazioni, Li Biao cita alcune ricerche: “Studi di carattere mondiale dicono che la Cina è il Paese con l'ambiente più favorevole per fare investimenti. Un'altra ricerca sostiene che gli imprenditori europei ritengono il mercato cinese il migliore dove fare affari dopo quello statunitense.

Un viaggio con un preciso scopo commerciale, dunque, che non ha dato modo agli imprenditori di visitare il territorio. “Il paesaggio delle Marche è bellissimo”, ha detto Li Biao. “In seguito arriveranno altri imprenditori cinesi con l'obiettivo di visitare la regione. Veniamo per imparare: realizzare una struttura come il Diamante per mettere in mostra le proprie eccellenze è qualcosa di cui faremo tesoro”.

La provincia dello Hunan (Cina sud orientale) conta 70 milioni di abitanti. Da lì proviene il 60% degli accendini venduti nel mondo. Altra realtà produttiva consolidata è la lavorazione delle pelli.


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vitali - Novembre 2019

Vai all'inizio della pagina