Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Ricco di emozioni e iniziative fine di settimana trascorso a Fermo fra musica, teatro, letteratura

FERMO - Un ricco fine di settimana ed un ponte di Ognissanti con tante iniziative nel segno della cultura quelli trascorsi a Fermo. Dalla musica al teatro, dai libri alle visite guidate, una serie di iniziative hanno animato la città in un florilegio di emozioni e di partecipazione. Si è passati sabato 30 ottobre dalle coinvolgenti note della musica rock di Stef Burns (FOTO) al Teatro dell’Aquila con il pubblico letteralmente conquistato dall’energia del chitarrista di Vasco Rossi che nel pomeriggio aveva tenuto una masterclass alla Sala degli Artisti, spaziando da suggerimenti e consigli ai giovani a vere e proprie esecuzioni musicali in grande stile. Una serata concerto, organizzata dall’associazione Marche Cultura e Natura e da New Shady Agency, cui hanno preso parte il Sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore Micol Lanzidei che hanno sottolineato il segnale di ripartenza che arriva da Fermo nel segno della musica e della cultura, con il Teatro dell’Aquila motore della città che ha riaperto il sipario sui grandi eventi. Accompagnato da Marco Ciabattoni alla batteria, Fabrizio Panichi al basso, Fabrizio Sgattoni alla chitarra, Roberto Cenci e Fabrizio Sgattoni voci, Burns ha fatto una carrellata straordinaria di successi che hanno reso indimenticabile la storia del rock dalle origini ad oggi.
Quindi, in occasione della festa di Halloween il 31 ottobre, le visite ai musei con l’Escape room, modalità divertente e giocosa di scoprire i siti culturali cittadini che sempre tanto coinvolgimento sa attrarre, la partecipazione alle iniziative alla biblioteca ragazzi con le sue sempre interessanti proposte e le consuete tante visite ai musei cittadini, che hanno caratterizzato anche questo fine settimana ed il ponte.
Ancora musica di qualità con Lucio Matricardi ad inaugurare, sempre il 31 ottobre la rassegna “Ritratti in musica” organizzata da Cantiere Collettivo, con la direzione artistica di Michele Sperandio, con le suggestive atmosfere evocate dalle note del noto e poliedrico musicista all’interno della Sala dei Ritratti, preludio di un ricco cartellone di qualità. Matricardi, accompagnato dalla sua caleidoscopica band, ha spaziato dal folk al jazz fino alla musica elettronica.
Mese di novembre che si è aperto lunedì 1 con lo scrittore e giornalista Carlo Lucarelli alla Sala dei Ritratti che ha ufficialmente aperto la scuola di narrazione e fotografia Jack London, alla quale ha portato il saluto il Sindaco Paolo Calcinaro che ha sottolineato, evidenziando il fermento eccezionale della città, la qualità e la vitalità di un progetto culturale, dimostrata anche in questo secondo anno di attività da tanto entusiasmo e partecipazione e tenuta a battesimo da uno scrittore noto e apprezzato come Lucarelli.
E ieri sera, 2 novembre, si è aperto il sipario sulla stagione di prosa, dopo quasi due anni, del Teatro dell’Aquila con lo spettacolo Il marito invisibile interpretato da Marina Massironi e Maria Amelia Monti che, nel ricevere gli applausi al termine, hanno detto al pubblico “bentornati a teatro”, facendo accapponare la pelle ai presenti nell’ovazione in cui si è fusa l’emozione del ritorno sul palcoscenico con lo spettacolo proposto, nel giorno in cui sono anche uscite le brochures della stagione culturale del teatro.
“Giorni di emozione pura – le parole dell’Assessore alla cultura Micol Lanzidei nel tracciare un bilancio di questi giorni - con il pubblico che, sempre attento e prestando comunque sempre molta attenzione, non vedeva l’ora di poter tornare a gustare spettacoli dal vivo, ad ascoltare ottima musica, a vedere il teatro fatto sulle tavole di un palcoscenico, a sentir parlare di libri e letteratura, a visitare la città anche in modo divertente. Insomma, i brividi del bentornati a teatro di Marina Massironi e Maria Amelia Monti sono i brividi di tutti noi che siamo tornati ad abitare gli spazi consoni della cultura, che tanto ci sono mancati, perché sono respiro per la nostra vita, perché sono vita per le nostre vite”.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina