Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Le scuole ricordano la Grande Guerra. Nelle scuoleiIniziative per il centenario

FERMANO - Il 2014 sarà ricordato come l'anno del centenario dell'inizio della Prima Guerra Mondiale. Nei mesi scorsi, l'Italia ha dato avvio ad un corposo programma di iniziative in ricordo dell'evento. Nel nostro territorio, le celebrazioni sono iniziate lo scorso novembre con la presenza, a Fermo, del generale Franco Angioni, e proseguiranno con una serie di attività legate alle scuole. Prefettura, Provincia, rappresentanti dell'Esercito, Amministrazioni pubbliche, Soprintendenza, scuole e il Comune di Fermo hanno dato vita ad un tavolo di lavoro per organizzare e coordinare le attività che si svilupperanno fino al 2018.

Tra queste, una riguarda tutte le scuole della provincia, è rivolta agli studenti delle quinte classi e consiste nell'ideazione di un concorso per promuovere – si legge nel bando – “una riflessione sul significato storico, politico, economico e sociale della Prima Guerra Mondiale e di cosa ne sia rimasto, come memoria ed eredità, nelle generazioni successive sino ai nostri giorni, nonché sul concetto di Patria, al di fuori da ogni retorica nazionalistica”.

Organizzato dalla Prefettura di Fermo e dall'Ufficio Scolastico Regionale (Ufficio V), in collaborazione con il Centro Aggregazione Giovanile di Casette d’Ete, il concorso sul tema “Storie, uomini e donne della Grande Guerra”, chiede agli studenti di realizzare elaborati – in forma di saggio, video, disegni o foto – che dovranno essere consegnati entro il 5 maggio all'Ipsia “Ricci” di Fermo. Una commissione di esperti, appositamente istituita, valuterà i tre lavori migliori che si aggiudicheranno, rispettivamente, premi da 1.000, 750 e 500 euro, messi a disposizione da privati.

Altra iniziativa di rilievo è quella in programma per giovedì 30 aprile all’Auditorium San Martino di Fermo, dove sarà inaugurata la mostra, a cura della prof.ssa Maura Iacopini, realizzata dall'Itcgt “Carducci-Galilei”con i lavori della ricerca storico-archivistica degli studenti delle scuole in rete. Lo stesso giorno, alle ore 20.30 al Teatro dell'Aquila di Fermo, si terrà un'introduzione musicale a cura degli studenti del Conservatorio Pergolesi e, alle 21, lo spettacolo teatrale “Di noi che resta”, per la regia di Alessandra Tomassini, realizzato con testi, canti, storie e documenti interpretati dagli studenti.

Il calendario degli eventi in programma, che per l'alto livello delle iniziative proposte, ha ottenuto il logo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è consultabile nel sito della Prefettura di Fermo (www.prefettura.it/fermo).


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Musica Leggera
    Musicultura 2020

    rinvio del secondo week end di audizioni live del Festival previste da domani 27 febbraio fino al 1 marzo al Teatro Lauro Rossi di Macerata


    Macerata
    dal 20/02/2020 al 07/03/2020
  • Feste popolari
    Carnevale Monturanese

    appuntamento martedì 25 febbraio e domenica 1 marzo nel centro storico di Monte Urano


    Monte urano
    dal 25/02/2020 al 01/03/2020
  • Feste popolari
    Una domenica andando a polenta

    14 anniversario della riscoperta del mays ottofile di Roccacontrada, e della sua farina macinata a pietra e altre specialità del territorio


    Arcevia
    dal 02/02/2020 al 08/03/2020

Annunci

Vai all'inizio della pagina