Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

I gioielli della nostra terra risplendono grazie al FAI

L'interno della chiesa di Santa Maria in Muris a Belmonte Piceno

FERMANO - Sabato 25 e domenica 26 marzo avrà luogo la venticinquesima edizione delle Giornate FAI di Primavera, grande festa popolare che quest’anno vedrà come sempre l’apertura straordinaria di centinaia di luoghi in tutte le regioni d’Italia. Un grande spettacolo di arte e bellezza dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio culturale e ambientale italiano, che avrà come protagonisti siti particolari, spesso inaccessibili e che eccezionalmente potranno essere ammirati dal pubblico.

Nel Fermano l’attenzione quest’anno si focalizzerà su Fermo, Belmonte Piceno e Monteleone di Fermo. Nel dettaglio: a Fermo sarà possibile visitare luoghi simbolo della città come il Parco di Villa Vitali e il Parco della Rimembranza. Nel quartiere di Montone aprirà il piano terra di Villa Bernetti con il parco circostante; a Monteleone di Fermo apriranno siti ricchi di arte e di bellezza come la Chiesa della Madonna della Misericordia e il giardino di Casa Pascucci; spazio anche ai celebri vulcanelli, fenomeno geologico davvero affascinante, siti lungo il percorso del fiume Ete. In ultimo a Belmonte Piceno sarà possibile visitare il prestigioso Museo Archeologico (nel territorio comunale è stata ritrovata all’inizio del ‘900 un’importante necropoli di origine picena), e beni architettonici di prim’ordine come la suggestiva chiesa altomedievale di Santa Maria in Muris.

Oltre a organizzare le visite, il FAI nel corso della due-giorni, proporrà conferenze, mostre, concerti e altre iniziative che permetteranno di vivere ancor più intensamente la bellezza e la suggestione dei luoghi.

www.giornatefai.it

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina