Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Scoppia la pace tra Comune e Sindacati. Firmato il protocollo d'intesa sul bilancio 2015: fondo anticrisi e lotta all'evasione tra le misure. Nasce la Fondazione della Comunità

Un momento della presentazione del protocollo

FERMO – Che l'aria in Comune sia cambiata lo dicono le facce distese dei sindacalisti (Cgil, Spi Cgil, Cisl, Fnp Cisl, Uil, Uilp) che stamattina, insieme a sindaco e assessori, hanno presentato il protocollo d'intesa sulle politiche di bilancio 2015. Sembra ormai dimenticato il clima teso dell'ultimo periodo dell'amministrazione Brambatti, quando le principali sigle sindacali avevano più volte avuto da ridire sulla gestione del cosa pubblica.

“La mia – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – è una soddisfazione non di facciata, frutto di un percorso vero, sviluppato in questi mesi per trovare una base condivisa da cui ripartire. Già in campagna elettorale, con i sindacati abbiamo avuto incontri franchi ma positivi e avvertito vicinanza su diversi temi. Ripartiamo da quello che era mancato negli ultimi tempi”.

Gli fa eco l'assessore al Personale Francesco Trasatti: “Nell'ultima fase della precedente amministrazione – ha spiegato – ho assistito al deterioramento dei rapporti tra amministrazione e sindacati. Recuperare rapporti di serenità e di progettualità era fondamentale dopo il livello che si era arrivati a toccare”.

Dello stesso avviso il segretario provinciale della Cgil Maurizio Di Cosmo: “Questo protocollo di intesa su politiche di bilancio del Comune – ha detto – uno dei migliori siglati in regione. Con esso sanciamo che è partito un processo di cambiamento e innovazione che condividiamo e che riguarda le politiche che l'amministrazione può attuare. E' l'inizio di un confronto che dimostra il carattere democratico della città che negli ultimi tempi si era appannato”.

Il protocollo firmato ha come base di partenza la crisi e il conseguente impoverimento di diverse fasce di popolazione fermana. Facendo i conti con i tagli inferti al Comune dal Governo (500 mila rispetto al 2014) e con il patto di stabilità che limita parecchio l'operatività dell'ente, il protocollo, come ha ricordato Di Cosmo, “ascolta le istanze di lavoratori e pensionati, ma guarda agli interessi generali della comunità cittadina”.

Entrando nel dettaglio, sono tredici i punti presi in esame dal protocollo, ognuno con le sue caratteristiche e destinatari.

STRUTTURA AMMINISTRATIVA: Con il riassetto dell'Aria Vasta 4 e della Provincia, il Comune capoluogo assume un ruolo ancora più determinante per il Fermano. Per questo in primo piano ci sono legalità e trasparenza nell'azione della struttura amministrativa. Dopo la riorganizzazione degli uffici, si passerà ad estendere la rotazione dei dirigenti anche al personale dei settori sensibili. Inoltre, sarà rivisto il piano triennale anticorruzione, avviata la mobilità funzionale dei dipendenti ed elaborato un documento di ricognizione dei servizi e delle competenze.

POLITICHE SOCIALI E SOCIOSANITARIE: Non sono previsti tagli rispetto al 2014. La priorità restano i servizi per le persone non autosufficienti. Sarà istituito un fondo straordinario anticrisi di 40 mila euro, gestito dai servizi sociali del Comune, per contrastare povertà, disagio sociale e sostenere giovani inoccupati, lavoratori disoccupati e pensionati a basso reddito. Sarà inoltre realizzata la Fondazione della Comunità, un organismo territoriale pubblico-privato per interventi sociali. In ambito sanitario, tra gli interventi in programma ci sono anche la risoluzione del problema delle liste d'attesae e l'integrazione dei servizi socio-sanitari. E' inoltre previsto l'istituzione del Baratto amministrativo/Banca del tempo. L'affidamento in appalto dei servizi di tutela individuale e collettiva (nido, assistenza domiciliare integrata, educazione integrativa) avverrà privilegiando l'offerta economicamente più vantaggiosa e con l'inserimento di criteri valutativi riferiti alla qualità del servizio e alle clausole sociali.

TARIFFE E SERVIZI: E' prevista la riforma del sistema tariffario dei servizi con l'adeguamento all'Isee lineare e attualizzato della quota a carico dell'utenza. Si partirà con asilo nido e mensa scolastica entro l'inizio del prossimo anno scolastico; per quanto riguarda le tariffe, nel 2015 non subiranno aumenti.

POLITICHE ABITATIVE: Saranno varate misure in favore di sfrattati e morosi incolpevoli o in difficoltà nel pagamento dell'affitto del o mutuo. Si pensa anche all'emanazione di un bando con agevolazioni e un intervento per il recupero e la riqualificazione di immobili del centro storco per favorire residenzialità e housing sociale.

LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA – CONTRASTO ALL'ILLEGALITÀ/APPALTI: Il Comune si impegna, insieme a Guardia di Finanza, Agenzia delle Entrate e altri Comuni, a firmare un protocollo contro evasione, elusione fiscale e contributiva, lavoro nero e sommerso. Particolare attenzione sarà riservata alla corretta gestione degli appalti di lavori, dei servizi e delle forniture, nel rispetto della legalità, dei diritti dei lavoratori e delle norme contrattuali, con l'impegno a contrastare il massimo ribasso e a perseguire la qualità servizio, anche con l'inserimento di una clausola sociale, la limitazione del sub-appalto e l'esclusione dalle gare di aziende non meritevoli. In vista dell'abolizione dell'Imu sulla prima casa, ci si concentrerà anche sul contrasto alle false residenze, con la ricostituzione di una struttura comunale dedicata.

TARI: E' in scadenza il bando che mette a disposizione 50 mila euro per il pagamento della Tari per le famiglie bisognose. Comune e sindacati ritengono urgente la riorganizzazione del ciclo integrato dei rifiuti e dell'Asite, per migliorare efficienza e produttività e abbassare la tariffa media della tassa.

TASI: Sono confermate le aliquote del 2014 e sgravi del fondo anticrisi. Le famiglie con persone disabili sono esentate dal pagamento della Tasi in base al reddito e al grado di disabilità.

ADDIZIONALE IRPEF: E' confermata l'esenzione per redditi fino a 8 mila euro. Nel 2016 sarà introdotta la progressività dell'addizionale comunale.

SERVIZI PUBBLICI LOCALI: Viene ritenuto necessario l'avvio di un processo di aggregazione dei servizi sociali ed economici per arrivare ad una gestione unitaria dei servizi pubblici locali da affidare all'Asite, che diventerà l'unica partecipata del Comune e riassorbirà internamente i servizi ora svolti in appalto. In un'ottica di gestione congiunta dei servizi, il Comune promuoverà, insieme ad altre amministrazioni, processi di aggregazione delle partecipate soprattutto per la gestione di rifiuti ed energia.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE E TERZIARIO: L'obiettivo è aprire un confronto con le associazioni di categoria per definire azioni di semplificazione burocratica per l'avvio di nuove attività e di fiscalità di vantaggio sulle aperture e sulla qualificazione di nuove imprese. E' previsto un fondo per incentivare nuove attività economiche in centro storico.

DIRITTO ALLO STUDIO: Saranno stanziate risorse per promuovere il diritto allo studio per studenti bisognosi e la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

POLITICHE DI GENERE E GENERAZIONALI: Si punterà all'istituzione di una sede di confronto territoriale per coordinare azioni politiche destinate a pari opportunità, contrasto alla violenza contro le donne, sostegno all'occupazione femminile e ai giovani e contrasto alla precarietà.

URBANISTICA E PROGRAMMAZIONE: Il protocollo persegue uno sviluppo sostenibile della città con obiettivo di consumo di suolo pari a zero e azioni di recupero, riuso e riqualificazione urbana ed edilizia che richiederanno il censimento degli edifici fatiscenti. La programmazione prevede l'avvio di un processo di unificazione comunale che ha come prime tappe la gestione unitaria urbanistica e dei servizi pubblici locali.


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Feste popolari
    Slow food

    rassegna di birre artigianali


    Loreto
    25 Aug 2019
  • Feste popolari
    Rassegna della Birra Artigianale
    Loreto
    25 Aug 2019
  • Altri eventi
    Ventimilarighesottoimari in giallo

    Senigallia si tinge di giallo


    Senigallia
    dal 18/08/2019 al 26/08/2019
  • Teatro e Danza
    Festival del dialetto di Varano

    45^ edizione


    Ancona
    dal 22/08/2019 al 01/09/2019
  • Feste popolari
    Festa della quercia

    tutto pronto per la 32^ edizione


    Castelbellino
    dal 22/08/2019 al 26/08/2019
  • Mostre mercato
    L'Antico e le Palme

    Torna il Gran Mercato dell'Antico presso l'Isola pedonale di San Benedetto del Tronto


    San benedetto del tronto
    dal 23/08/2019 al 25/08/2019

Annunci

Vai all'inizio della pagina