Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Più confort e sicurezza: l'area camper cambia volto. Ingresso elettronico, sbarra su con documenti in regola. Si comincia a fine giugno

I lavori all'area camper

PORTO SANT'ELPIDIO - Due ruspe a lavoro per allacciare le tubature dello scarico delle acque. E' il primo passo dei lavori di sistemazione dell'area camper, sul lungomare sud. Poi arriveranno le recinzioni, l'illuminazione, i cassonetti per differenziare i rifiuti e soprattuto l'ingresso elettronico. E' questa la novità più importante del progetto di riqualificazione dell'area, messa in atto da una cordata di undici concesisonari balneari, capitanati da Petra Feliziani.

"Siamo partiti - dice la titolare di Punto Gelato - dalla volontà di investre sul futuro di un territorio già bello, per renderlo ancora migliore. Abbiamo costituito una società - la Frontemare Parking - e, il nostro progetto ha vinto il bando fatto dal Comune per gestire l'area".

Un'area - presa d'assalto in estate e durante ponti e fine settimana da camperisti di tutta Italia e non solo - finora gestita dalla Protezione Civile comunale. Un lavoro fatto con passione dai volontari, ma fortemente condizionato da limiti oggettivi: dal terreno dissestato, alla mancanza di illuminazione, all'impossibilità di controllare gli ingressi. Ora tutti questi problemi dovrebbero essere risolti e i concessionari che si occuperanno dell'area per i prossimi tre anni sono sicuri di poterla rendere più confortevole e sicura.

"La decisione del Comune di regolarizzare l'area - spiega Petra Feliziani - è arrivata per porre rimedio soprattuto ai problemi legati alla presenza dei nomadi che hanno creato difficoltà al territorio e al turismo". Porte chiuse alle roulotte gitane, dunque? "No, quello che ci interessa è far rispettare le regole, ed è un discorso che riguarda italiani e non italiani, nomadi e non nomadi. Per questo, all'area si potrà accedere solo attraverso una scheda magnetica che ci darà la possibilità di sapere chi entra e per quanto tempo resta. Verificheremo che i documenti delle persone e dei mezzi siano in regola e, solo a quel punto, la sbarra si alzerà".

Una volta sistemata, l'area potrà accogliere 178 camper; una parte resterà a disposizione del Comune come parco giochi. Ad occuparsi di controlli e sicurezza saranno i dipendenti della società, che turneranno. Quanto ai tempi, l'obiettivo è saccelerare: "Sappiamo di essere in ritardo e che la stagione è iniziata, ma il bando è uscito tardi e, appena avute tutte le autorizzazioni, abbiamo fatto partire i lavori. Puntiamo ad aprie l'area per l'ultima settimana di giugno, al massimo per la prima di luglio".


Francesca Pasquali

Devi effettuare il login per inviare commenti
togetherlatsett20

Annunci

Vai all'inizio della pagina