Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Piogge del 23 marzo: anche Sant'Elpidio a Mare chiede lo stato di ermergenza

SANT’ELPIDIO A MARE – Anche Sant’Elpidio a Mare chiede lo stato di emergenza a seguito delle eccezionali piogge dello scorso 23 marzo.
La Giunta Comunale, in tale ottica, ha approvato i verbali di somma urgenza adottati a seguito degli eventi meteorologici eccezionali che hanno colpito il territorio in tale data.
“Pur riservandoci una quantificazione esatta dei danni subiti dall’intero patrimonio comunale a seguito dell’eccezionalità degli eventi – fa sapere, in merito, il Sindaco Alessio Terrenzi – abbiamo chiesto formalmente al Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli di attivarsi affinché venga chiesto lo stato di emergenza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri”.
“L’emergenza, in occasione delle piogge del 23 marzo– prosegue il Sindaco – è stata gestita usando tutti gli strumenti a nostra disposizione. Abbiamo cercato di comunicare in tempo reale con la cittadinanza cercando di dare indicazioni precise su come muoversi, come affrontare la situazione. Il sistema di allertamento FlagMii ha dimostrato tutte le sue potenzialità e credo che, su questo fronte, si sia fatto un grande passo avanti. E’ evidente che tutto è migliorabile, che ogni cosa può essere sempre fatta meglio ma questo non vuol dire che l’organizzazione non abbia funzionato, tutt’altro. Abbiamo evitato disagi maggiori agli studenti, abbiamo dato indicazioni in tempo reale sulle strade che non erano percorribili o, seppur non chiuse al traffico, difficili da percorrere. Gli uffici comunali, tutti, hanno fatto del loro meglio per poter dare il loro contributo in situazione di emergenza. Grazie ai volontari della Protezione Civile che ci hanno supportato lungo le strade e nelle zone più colpite, siamo riusciti a far fronte all’emergenza ma questo non vuol dire che non ci siano stati dei danni. Per questo abbiamo ritenuto, alla luce dei verbali di somma urgenza relativi proprio a quella giornata, che ci fossero le condizioni per chiedere lo stato di emergenza”.
Ancora una volta, anche in questa occasione, l’Ete Morto si è dimostrato in tutta la sua criticità – aggiunge l’Assessore Norberto Clementi – siamo sempre più convinti che vada affrontata con decisione, a tutti i livelli istituzionali e, come Comune, faremo tutti i passi che sono nella nostra competenza”.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vitali - Novembre 2019

Vai all'inizio della pagina