Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

La Poderosa batte San Severo e si rilancia

PALLACANESTRO - Non puoi perdere una partita in volata se non arrivi in volata. La miglior XL EXTRALIGHT® cancella in un sol colpo le paure e le sconfitte abbattendosi come una mareggiata su una Allianz Pazienza San Severo che ha retto l’urto praticamente solo nel primo quarto. Da lì in avanti è stato un monologo gialloblu, una prestazione corale sontuosa che vale il primo successo casalingo della stagione. Grintosa e puntuale, decisa e affamata, la nuova Poderosa è stata un’orchestra perfetta, nel quale al suo primo violino Thomas (25 punti con 11/16 dal campo, 8 rimbalzi, 5 assist, 36 di valutazione) si sono affiancati strada facendo tutti gli altri, partendo da un siderale Bonacini (14 punti, 4 rimbalzi, 10 assist, 4 palle recuperate, 8 falli subiti, 33 di valutazione) e arrivando fino a un roccioso Cucci (16 punti e 10 rimbalzi).

I pugliesi, seguiti da circa 200 tifosi, provano a spaventare i veregrensi solo nei primi 5’. La difesa gialloblu non è ancora sul pezzo e le triple di Spanghero e Maspero portano i gialloneri a prendere le redini del match (6-9 al 4’). Ci pensano Bonacini e Thomas a suonare la sveglia: un canestro e fallo del nuovo capitano e quattro cesti in fila del capocannoniere del campionato creano il parziale di 11-0 che gira presto l’inerzia del match portandolo subito nelle mani della XL EXTRALIGHT® (17-9 al 7’). Il resto lo fa il lavoro in difesa su Demps (che segna i suoi primi punti solo verso la fine del secondo periodo) e i pochissimi tiri puliti concessi ad una delle migliori squadre del campionato nel tiro dall’arco. San Severo prova a tenere botta nel secondo periodo, ma ecco la nuova spallata: Thomas è implacabile, Cucci sotto canestro trova sostegno inatteso da un solido Berti (5 punti, 4 rimbalzi e 2 stoppate per il lunghissimo ex Virtus Bologna) e la Poderosa scappa via sul 37-21 quando siamo ancora nel cuore del secondo quarto. Coach Cagnazzo prova ad arginare la marea con la zona 3-2, ma gli effetti non sono quelli sperati: la firma di Bonacini sul finire del secondo quarto lancia la Poderosa all’intervallo su un confortante +18 (48-30) e al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, anzi. Entra in partita pure il giocatore più in difficoltà della Poderosa nel primo tempo, Mastellari: la guardia bolognese prende fuoco con quattro triple in rapide successione e i gialloblu volano via a +25 (73-48 al 29’). Demps prova a fare tutto da solo per rimettere in carreggiata i suoi, ma due triple dell’ultimo arrivato Marulli (confortante la sua gara da 8 punti e 4 rimbalzi in 16’) spengono gli ultimi ardori gialloneri in avvio di quarto periodo. Finisce in tripudio al PalaSavelli e anche la classifica respira: i gialloblu agganciano a quota 8 proprio San Severo e Roseto, lasciando a -4 il fanalino di coda Orzinuovi. Fieno in cascina in vista della terribile doppietta Verona-Ravenna con la quale si chiuderà il girone di andata.

Queste le parole di coach Ciani in sala stampa: «Credo che la prestazione di oggi sia sotto gli occhi di tutti. Una prova di grande temperamento ed energia, in certi momenti della gara anche di qualità e lucidità anche se abbiamo avuto qualche piccola pausa. Ma in generale per almeno tre quarti abbiamo giocato a buonissimo livello, applicando con grande attenzione quello che avevamo preparato. È la prima vittoria in casa, siamo particolarmente contenti di questo ma anche di averla ottenuta con questo atteggiamento. Questa squadra potrebbe aver dato la sensazione di non lottare qualche volta, di non voler soffrire e di mollare davanti alle difficoltà, ma da mesi sta facendo un percorso di crescita importante. Abbiamo fatto alcune sconfitte contro alcune delle squadre più forti del campionato giocandoci il possesso per vincerle, farlo doveva corroborare l’idea di essere sulla strada giusta. Questa partita non è che sia definitiva: oggi abbiamo iniziato, vorrei che questo sia il nuovo piglio, quello con cui vincere o perdere le partite. Non c’è stato un pallone sul quale non abbiamo lottato. Mi piace che si stiano allargando le rotazioni ora che i problemi fisici stanno via via sparendo, anche se Cucci non si è allenato per tutta la settimana e il tutto dovendo anche inserire Marulli. Ma quando c’è il giusto atteggiamento anche queste difficoltà si possono superare. Ora per 24 ore godiamoci questa vittoria, dopodiché dovremo ricominciare a metterci sotto a lavorare. Sapendo che ora abbiamo una prova tangibile che, se facciamo le cose per bene, possiamo raggiungere risultati importanti». Queste le parole di Matteo Berti in sala stampa: «Innanzitutto ringrazio il coach per avermi dato fiducia dopo un infortunio che mi ha tenuto fuori per tre settimane. Per quanto riguarda la partita, abbiamo giocato davvero bene, insieme, passandoci la palla come se non meglio di come avevamo già fatto nelle gare contro Forlì e Ferrara. Loro ci hanno aiutato tirando molto male, ma siamo stati molto bravi noi oggi».

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO 98-74

MONTEGRANARO: Thompson 7, Miani, Angellotti, Mastellari 19, Conti, Bonacini 14, Marulli 8, Berti 5, Thomas 25, Cucci 16, Serpilli 4. All.: Ciani.

SAN SEVERO: Saccaggi 9, Mortellaro 6, Kennedy 9, Angelucci, Conti, Demps 18, Antelli 8, Di Donato 4, Maspero 9, Spanghero 10. All.: Cagnazzo.

PARZIALI: 23-15, 25-15, 25-20, 25-23.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina