Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Scuola, la prima campanella si avvicina: il punto a Sant'Elpidio a Mare

SANT’ELPIDIO A MARE - Alla vigilia del suono della prima campanella di un anno scolastico quanto mai incerto, l’Amministrazione Comunale fa il punto in merito agli interventi che sono stati effettuati per arrivare pronti all’appuntamento.

“Per noi la scuola è sempre stata una priorità e lo è diventata ancor di più a seguito dell’emergenza dovuta al Covid-19. Dal punto di vista delle strutture – spiega il Sindaco Alessio Terrenzi - abbiamo fatto tutti quegli interventi che si sono resi necessari per dotare la scuola di aule capienti e pronte ad affrontare un anno scolastico su cui pende una situazione particolare, come tutti ben sanno. Colgo l’occasione per ringraziare gli uffici che hanno lavorato anche a ritmi serrati per poter arrivare puntuali all’appuntamento con l’avvio della scuola. Per quanto riguarda l'organizzazione interna (orari ingressi, distribuzione aule, ecc.) si tratta di una materia compito esclusivo della direzione scolastica pertanto non compete all’ente pubblico prendere decisioni in merito. Per quanto riguarda il trasporto scolastico, visto che i pulmini potranno essere riempiti fino all’80% della loro capienza e che gli alunni dovranno arrivare tutti a scuola allo stesso orario, saranno necessarie una o due linee aggiuntive: il comune coprirà la spesa necessaria senza che ciò vada a gravare sulle tasche dei cittadini garantendo il servizio di trasporto a tutti coloro che hanno fatto domanda. Gli uffici sono al lavoro per mettere a punto i vari aspetti organizzativi. Informazioni sulle linee ed ulteriori dettagli saranno forniti a breve. Le modalità di pagamento saranno al più presto comunicate sia per chi si è iscritto per la prima volta al servizio che per coloro che hanno fruito del trasporto lo scorso anno e hanno fatto richiesta di compensazione/rimborso entro i termini”.

Nel dettaglio, alla scuola secondaria Collodi di Casette sono stati resi agibili e fruibili i locali al piano seminterrato per attività laboratoriali, alla primaria Don Bosco di Cascinare si è provveduto all’ampliamento di tre aule demolendo le pareti interne, sono stati effettuati interventi di manutenzione straordinaria dei bagni ed in altri locali nel piano seminterrato. Alla primaria di Piane Tenna è stata demolita la parete di cartongesso nella stanza prima adibita a palestrina per ricavare un'aula molto ampia necessaria alla classe più numerosa. Negli altri plessi non è stato necessario alcun intervento di edilizia scolastica leggera, ma sono stati spostati gli arredi per liberare diversi spazi. Nella scuola dell'infanzia di Casette d'Ete il privato ha effettuato lavori per ottenere due aule capienti al piano terra e in tutte le scuole si stanno completando i lavori di sistemazione di spazi esterni. Inoltre, sono in via di acquisto nuovi arredi da finanziare con fondi comunali.

“Massima attenzione alla scuola sin da inizio luglio – dice l’Assessore Gioia Corvaro che ha seguito passo passo tutti i vari aspetti connessi alla riapertura delle scuole in linea con le disposizioni legate all’emergenza Covid-19 - e altre progettualità, seppur importanti, sono state temporaneamente sospese per occuparsi totalmente della scuola. Abbiamo iniziato i sopralluoghi a tempo debito per avere un quadro preciso della situazione e siamo intervenuti con 70.000€ di lavori finanziati con fondi del MIUR, rispondendo all'avviso del 24 giugno 2020. Per quanto riguarda il servizio mensa, sarà avviato il 28 settembre per tutte le scuole dell'infanzia e per la prima classe sperimentale di tempo pieno a Piane Tenna. Questa classe avrà un'aula riservata adibita a mensa negli spazi della scuola dell'infanzia”.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina