Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Prorogata fino al 10 gennaio la mostra "La regione delle madri. I paesaggi di Osvaldo Licini". In programma quattro incontri d'arte

Osvaldo Licini: Amalassunta Luna, 1946, olio su tavola. Lendinara, collezione privata

MONTE VIDON CORRADO - La regione delle Madri. I paesaggi di Osvaldo Licini, la mostra organizzata dal Comune di Monte Vidon Corrado presso il Centro Studi e la Casa Museo Osvaldo Licini, attualmente chiusa per le disposizioni anti-covid, è prorogata fino al 10 gennaio 2021, sperando di poter riaprire al pubblico appena le decisioni del governo lo concederanno. Da venerdì 4 dicembre 2020 all’8 gennaio 2021, si terrà “Incontri d’Arte”, una rassegna di quattro appuntamenti online per approfondire i temi trattati nell’esposizione. Agli incontri interverranno la curatrice e i co-curatori della mostra ma anche ospiti esterni. Saranno tutti di venerdì alle 21.00 sulla piattaforma web Zoom, la partecipazione è gratuita; in alternativa sarà possibile seguire la diretta via streaming sulla pagina Facebook del Centro Studi e Casa Museo Osvaldo Licini.

Apre la rassegna, il 4 dicembre, Mattia Patti, docente di storia dell’arte contemporanea dell’Università di Pisa e componente del comitato scientifico, che, introdotto da Daniela Simoni, direttrice del Centro Studi Osvaldo Licini e curatrice della mostra, parlerà di “Licini e Cézanne: nei Sibillini, la montagna Sainte-Victoire”, mettendo in luce i rapporti tra Licini e la concezione pittorica e il modus operandi del maestro di Aix-en-Provence.

Si prosegue, l’11 dicembre, con il tema “Licini e Leopardi, un dialogo sul paesaggio”, affrontato da Stefano Papetti, direttore dei Musei Civici di Ascoli Piceno, tra i quali la Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini, e Luana Trapè, autrice del libro "Licini, Leopardi e il paesaggio sublime", ed. Ephemeria, 2019.

Il 18 dicembre a parlare di "Licini e Ciliberti: un carteggio poco noto sul Primordiale" saranno Stefano Bracalente, autore di uno dei saggi nel catalogo della mostra, curatore della trascrizione integrale del carteggio, e Andrea Cortellessa, critico letterario, saggista, docente presso l’Università Roma Tre e autore, su “Antinomie”, di un recente contributo dedicato alla mostra. Introdurrà Nunzio Giustozzi del Centro Studi Osvaldo Licini e editor di Electa.

L’ultimo incontro avrà luogo l’8 gennaio in collegamento dal Centro Studi Osvaldo Licini. Introdotta da Mattia Patti, Daniela Simoni parlerà di “Osvaldo Licini, un paesaggio ritrovato”, presentando un dipinto recentemente riscoperto, dopo l’apertura della mostra, che verrà illustrato nel contesto del percorso espositivo, a testimonianza del fatto che la ricerca continua.

Un’occasione preziosa non solo per studiosi e storici dell’arte, ma anche per appassionati e tutti coloro che amano l'arte di Licini e del 900, per chi ha visitato la mostra che sta avendo tanto successo di pubblico e di critica e soprattutto per chi ancora non ne ha avuto l’opportunità.

I link per collegarsi:

4 DICEMBRE https://us02web.zoom.us/j/84931479308

11 DICEMBRE https://us02web.zoom.us/j/82953006188

18 DICEMBRE https://us02web.zoom.us/j/83497368793

8 GENNAIO https://us02web.zoom.us/j/88151378834

Contatti e Info

tel. +39 334 927 6790 - +39 0734 759348 int. 6

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.centrostudiosvaldolicini.it/it/mostra2020ipaesaggidilicini/

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina