Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Gelate, perso l'80% delle colture frutticole. Cia Agricoltori provinciale: "Ingenti danni lungo le colline della Valdaso"

VALDASO - Il maltempo ha provocato parecchi danni alle colture frutticole lungo le colline della Valdaso. In particolare le gelate che si sono verificate nei giorni scorsi hanno provocato la perdita dell'80 per cento del prodotto, soprattutto per quanto riguarda frutti come pesche, albicocche, susine e ciliegie. A fare una stima dei danni è la Cia Agricoltori della provincia di Ascoli, Fermo e Macerata.

"A causa delle gelate notturne - spiega Matteo Carboni dell'omonima azienda agricola ad Ortezzano – sopratutto quella che si è verificata nella notte tra martedì 6 e mercoledì 7 aprile scorso, abbiamo perso la maggior parte della nostra produzione frutticola. Dunque parliamo frutti di stagione come pesche, albicocche, susine, ciliegie. Una perdita che ha riguardato circa l'80 per cento del raccolto. Del resto alcune piante avevano il frutto, mentre altre erano già in fiore, questo anche per via delle temperature calde registrate la prima settimana di aprile, quando si erano raggiunti anche 27 gradi. Un clima che ha anticipato la fioritura e l'accrescimento dei frutti".

A rischio dunque la gran parte dei raccolti dei frutteti nelle campagne della Valdaso. "Nei prossimi giorni – conclude Carboni - sapremo dare una stima più dettagliata inerente le perdite".

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina