Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Riaprono le strutture museali fermane, la cultura e il turismo riaccendono i motori

MARCHE - Ancona, Ascoli, Fermo, Macerata, Pesaro, i cinque capoluoghi di provincia delle Marche lanciano una delle stagioni più complesse della storia culturale della regione con un gesto comune, dal forte senso simbolico, e non solo: l'apertura dei Musei Civici lo stesso giorno, Il 30 maggio, e nello stesso modo, gratis. Per tutto il mese di giugno, le cinque città capoluogo offrono la gratuità dei propri Musei a tutti, con l'obiettivo di favorire la socialità controllata che gli spazi culturali garantiscono, la voglia di stare assieme e di scoprire bellezza e storia, la curiosità e il movimento delle persone.

A Fermo, dal 30 maggio, è possibile visitare le strutture museali con queste modalità:

PALAZZO DEI PRIORI: Aperto dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 19.00. Lunedì 1 Giugno aperto.

CISTERNE ROMANE: Visite guidate con partenza da Palazzo dei Priori, tutti i giorni escluso lunedì. Partenza visite guidate: 11:00 - 12:00 -15:00 - 17:00 - 18:30. Durata percorso circa mezz’ora. Lunedì 1 giugno aperto.

TEATRO DELL’AQUILA: Visite guidate con partenza da Palazzo dei Priori, tutti i giorni escluso lunedì. Partenza visite guidate: 12:30 - 16:00 -18:00. Durata percorso circa mezz’ora. Lunedì 1 giugno aperto.

MUSEO ARCHEOLOGICO TORRE DI PALME: Aperto sabato e domenica, 1 e 2 giugno, dalle 14:30 alle 19:00

In considerazione del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento del virus Covid-19, gli ingressi e la visita alle strutture potranno subire limitazioni nel percorso e nel numero massimo di visitatori contemporaneamente presenti. Per questo motivo è caldamente consigliata la prenotazione.

"Cambiano le possibilità di fruizione, contingentiamo la visita, con prenotazione da telefono e da posta elettronica" spiegano dal Sistema Museo che gestisce le strutture museali fermane. L'assessore Francesco Trasatti conferma: "Svilupperemo il meccanismo della prenotazione con un sistema di visite organizzato su gruppi scaglionati per orari. Chi arriva “free”, quindi senza prenotazione, verrà inserito nella prima fascia prenotata disponibile".

L'idea dunque è quella intanto di ripartire, aprendo le porte degli scrigni culturali. “Si, questo è fondamentale - sottolinea Trasatti - poi ci adatteremo nel mese di giugno a seconda del flusso che riscontriamo, e potremo allargarci strada facendo. A luglio apriremo il Terminal, i Musei scientifici, ed estenderemo la visita all'intera settimana per il Museo Archeologico di Torre di Palme".

Cosa si prevede per i lavori programmati al piano terra di Palazzo dei Priori? “Tutto sta procedendo secondo un cronoprogramma che logicamente ha subito uno stop - spiega Trasatti -. Ci allungheremo di un po' per garantire la sostenibilità economica. Appena rimessi in pista i musei ci confronteremo con il Sistema Museo per ragionare insieme sul riassetto del piano finanziario e sul cronoprogramma”.

INFO E PRENOTAZIONI: Palazzo dei Priori, dal 30 maggio: 0734.217140 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina