Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Il festival della montagna parte dal mare. Anteprima a San Benedetto delle Parole della Montagna

Franco Arminio a San Benedetto del Tronto

SMERILLO - Ha preso il via dal mare, quest'anno, il festival Le Parole della Montagna, che da sei edizioni riunisce a Smerillo filosofi, poeti, pensatori, alpinisti e artisti di fama internazionale. Con un'anteprima a San Benedetto del Tronto, lunedì scorso si è aperta la kermesse che dal 19 al 26 luglio, si sposterà a Smerillo e Montafalcone Appennino.

Cosa c'entra la montagna con il mare? C'entra, se a parlare non è la montagna della conquista, dell'impossessamento, dell'agonismo sportivo, ma la montagna vista come luogo di incontro con il divino. Se, in tutte le tradizioni culturali, la montagna è diventata simbolo universale della dimora degli dei e luogo dove la divinità si rivela all'uomo, allora la montagna suggerisce un valore simbolico capace di aprire alla trascendenza. Anche al mare.

Ne è esempio l'intervento di Franco Arminio, poeta, scrittore, paesologo, come ama definirsi, che alla Palazzina Azzurra di San Benedetto, facendo propria la filosofia del festival, ha proposto riflessioni che hanno condotto gli ascoltatori lontano da un comune modo di pensare, dando spazio ad un diverso sentire, capace di aprire alla divinità che è in noi. Con grande arte del coinvolgimento, anche tramite le sue poesie, Arminio ha tenuto attento e partecipe, fino a notte inoltrata, il pubblico intervenuto.

Come sottolinea Arminio, Smerillo è l'ambientazione esclusiva per la ricerca di sé. In un borgo abitato da 50 anime, fuori dalle consuete rotte turistiche, dove non c'è nulla, si può trovare l'essenziale. "A Smerillo - ha detto - le cose ti arrivano distinte, ti attraversano senza oltraggiarti e le attraversi con un filo di clemenza. Tanto basta per farci pellegrini e andarlo a trovare".

Il prossimo appuntamento con il Festival, prima di spostarsi a Smerillo, è per sabato 11 luglio alle ore 17.30, all'Abbazia di San Ruffino di Amandola, con una performance di campane tibetane e poesia.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Teatro e Danza
    Piermarini. Chi era costui

    la storia del Teatro Piermarini di Matelica in forma di spettacolo divertente e coinvolgente


    Matelica
    29 Mar 2020
  • Teatro Ragazzi
    Cattivini

    cabaret concerto per bimbi monelli


    Sant'angelo in vado
    29 Mar 2020
  • Teatro e Danza
    Carlo Urbani, la voce di un fiore di loto

    con Tommaso Urbani e Giuliana Chiorrini. Regia di Diego Ciarloni


    Santa vittoria in matenano
    29 Mar 2020
  • Teatro e Danza
    Un'ora sola vi vorrei

    con Enrico Brignano


    Pesaro
    28 Mar 2020
  • Feste popolari
    Festa e fiera dell'Annunziata

    fiera e intrattenimento musicale


    Montecosaro
    29 Mar 2020
  • Mostre mercato
    Festa e fiera dell'Annunziata

    fiera e intrattenimento musicale


    Montecosaro
    29 Mar 2020

Annunci

Vai all'inizio della pagina