Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Fermo e Venezia: rapporto che si rinnova in occasione dei 1600 anni della Serenissima

FERMO - Relazioni antiche ma sempre nuove, rapporti storici ma ancora attuali. Quello fra Fermo e Venezia è un legame duraturo. Storia, economia, politica, commercio e cultura le hanno viste insieme, in un rapporto sempre cordiale e proficuo di collaborazione. Una relazione mai sopita che prosegue e si riaccende, con un dialogo la cui occasione è data dai 1600 anni dalla fondazione della Repubblica Serenissima. La Municipalità veneziana, visto il consolidato rapporto con Fermo, dopo l’evento de "L’Aquila e il Leone" di alcuni anni fa, ha voluto coinvolgere nuovamente la nostra città per il grande programma di festeggiamenti per la ricorrenza e Fermo ha voluto fare altrettanto con delle iniziative celebrative.
Rapporto che prosegue dunque e che sarà oggetto di studio e di riflessione venerdì 26 novembre, alle ore 17.30, alla Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori a Fermo con un incontro dal titolo “L’Aquila e il Leone. I rapporti politico - commerciali tra Fermo e Venezia”. Un evento che vede il Comune di Fermo , con il patrocinio del Comitato #Venezia1600, la collaborazione del Conservatorio di Musica "G.B.Pergolesi" di Fermo ed il Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia.
Ad intervenire saranno:
  • il prof. Marco Moroni, già docente di storia economica presso la Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche che parlerà di Fermo e Venezia nell’Adriatico del tardo Medioevo e della prima Età Moderna,
  • il prof. Paolo Peretti, docente di storia della musica al Conservatorio di Fermo che parlerà degli organi veneziani sui colli fermani nel '700,
  • il dott. Saturnino Di Ruscio, Dirigente del Comune di Fermo che tratterà delle relazioni commerciali tra Fermo e Venezia tra XIII e XV secolo
  • il dott. Walter Scotucci che parlerà di arte veneta dispersa da Fermo e dal suo territorio.
“Un evento che rinsalda i rapporti fra due comunità – le parole dell’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Fermo Micol Lanzidei che farà anche da moderatrice - che onora i 1600 anni dalla Fondazione di Venezia e che ha il suo culmine in questo momento di studio con esperti e qualificati relatori che ci faranno conoscere ancora di più le relazioni fra le due città, in modo più approfondito e sotto diversi punti di vista. Un incontro di grande interesse che avrà anche un epilogo il 16 dicembre con un concerto di musica barocca alle ore 18.45 nella chiesa di Santa Lucia a Fermo, a cura dei due Conservatori che in questa occasione avranno l’opportunità di conoscersi e di collaborare”.
Per info al convegno: Ufficio Musei di Fermo 0734. 224455 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per accedere agli eventi sono necessari mascherina e green pass.
Un rapporto dunque che prosegue e che è passato in questi mesi anche attraverso "Tipicità Phigital edition" del maggio scorso, a settembre a Torre di Palme di Fermo con il convegno sui rapporti economici e culturali tra Fermo e Venezia, tra la Marca Fermana e la Serenissima di Venezia e la serata di cultura enogastronomica, curata dall’Accademia dello stoccafisso alla Fermana.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina