Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Lido Tre Archi, continuano senza sosta i controlli da parte della Polizia di Stato

LIDO TRE ARCHI - Nel pomeriggio del 20 maggio sono proseguiti i controlli della Polizia di Stato nella località di Lido Tre Archi di Fermo, con la costante presenza di personale della Squadra Mobile, Polizia Amministrativa, Squadra Volante, Polizia Scientifica, Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e con l’unità cinofila della Guardia di Finanza. Contemporaneamente altri equipaggi della Questura hanno svolto gli specifici controlli per il rispetto delle misure di contenimento epidemiologico previste dal D.P.C.M. del 17 maggio.

Oltre ai controlli di sicurezza e prevenzione che hanno comportato l’identificazione di numerose persone e vetture ai posti di controllo su strada, specifiche verifiche si sono indirizzate in due direzioni principali, attività di polizia amministrativa di contrasto alle illegalità in ambito commerciale e prosecuzione del monitoraggio delle unità abitative segnalate come occupate abusivamente e altre connesse situazioni potenzialmente costituenti reato.

Per il primo aspetto, nell’operazione coordinata sul posto dal Dirigente della Divisione di Polizia Amministrativa, è stato sottoposto a controllo un negozio di vendita al dettaglio di alimenti e bevande, in collaborazione con personale specializzato dell’A.S.U.R., rilevando anomalie gestionali e documentali che determineranno pesanti conseguenze di carattere amministrativo pecuniario.

Inoltre, in relazione alla recente emanazione dell’Ordinanza del Sindaco di Fermo del 16 maggio che impone il divieto temporaneo di vendita e consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche o soggette ad uso pubblico del quartiere Tre Archi, la violazione della quale comporta conseguenze penali, si è riscontrato che il gestore dell’attività commerciale recentemente controllata e sanzionata per inottemperanza delle normative sanitarie sulla corretta conservazione degli alimenti continuava a vendere bevande alcoliche. Infatti, all’uscita del negozio veniva identificato un soggetto che aveva appena comperato due bottiglie di birra. Per tale motivo il gestore veniva segnalato all’Autorità Giudiziaria e provvedeva immediatamente a togliere, dalle vetrine e dal banco di distribuzione, tutte le bottiglie di alcolici. La comunicazione della violazione è stata inviata anche al Comune per l’eventuale adozione di ulteriori provvedimenti amministrativi di competenza. Altra attività della Polizia Amministrativa e dell’Immigrazione della Questura, l’espulsione di un cittadino cinopopolare clandestino rintracciato dalla Polizia Locale di Sant’Elpidio a Mare. Lo straniero, in possesso di regolare passaporto, veniva colpito da decreto di espulsione e sottoposto alla procedura del rimpatrio quale misura alternativa al trattenimento presso un C.P.R..

Per quanto concerne gli appartamenti, il nuovo Dirigente delle Squadra Mobile ha effettuato, con il proprio personale, una verifica delle situazioni già note e costantemente monitorate, cristallizzando una situazione allo stato stabilizzata per la definizione dei prossimi interventi che sono già in programma grazie al concreto interessamento dell’Amministrazione comunale.

Si è proceduto con la presenza dell’amministratore condominiale alla verifica della segnalazione di un allacciamento abusivo alla corrente elettrica, accertando che detta segnalazione era infondata per il furto di energia.

In un appartamento che, in base alle comunicazione dei condomini, poteva essere stato occupato abusivamente da cittadini extracomunitari, si è proceduto al controllo dei presenti, accertando che il locatario aveva subaffittato l’alloggio a connazionali senza la preventiva autorizzazione del proprietario il quale, subito informato dell’esito del controllo, si riservava di agire per le vie legali.

In un altro appartamento ubicato al primo piano e solo saltuariamente utilizzato dai proprietari residenti in altra regione, si è riscontrato che ignoti, tempo fa, vi erano entrati dal balcone probabilmente per commettere reati predatori. Contattato l’amministratore, lo stesso avrebbe provveduto nella giornata odierna a mettere in sicurezza gli accessi.

Ulteriori analoghi controlli continueranno anche nei prossimi giorni per garantire la legalità nel quartiere.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina