Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Cenone di Natale: quanto si spende e i consigli per risparmiare senza rinunce

Questo sarà sicuramente un Natale particolare per tutti gli italiani, dato che la situazione attuale ci impedirà di godercelo come eravamo abituati gli scorsi anni. Con le restrizioni progettate gli scorsi giorni per contenere ulteriormente la curva dei contagi, sarà infatti impossibile passarlo con famiglia al completo, ma solo con un ristretto numero di parenti e amici. Ci sono però anche delle altre conseguenze cui non abbiamo subito pensato, come ad esempio la conseguente contrazione delle spese, dato che il classico cenone quest’anno verrà riproposto (per ovvie ragioni di numero degli invitati) in miniatura. Le spese resteranno comunque alte, ma esistono in ogni caso dei modi per risparmiare senza rinunce.

Pianificare in anticipo cosa preparare

Pianificando si risparmia, e questa è una regola che vale sempre quando si fa la spesa e quando si pensa prima ad un menu. La pianificazione consente infatti di limitare le spese, evitando al tempo stesso di cucinare troppo. Inoltre, ci dà la possibilità di cercare gli alimenti con il prezzo più conveniente, ad esempio tra le offerte online di grandi supermercati come Coop, in modo da riuscire a coniugare l’obiettivo di spendere meno con quello di non rinunciare alla qualità. Certo, bisogna sempre porre molta attenzione a quello che si decide di acquistare evitando sprechi, ma in questo modo sarà comunque possibile risparmiare notevolmente anche quando si preparano cene costose come quelle delle feste.

Scegliere alimenti locali

Il cibo locale non presenta che vantaggi quando pensiamo di preparare grandi cene. Per prima cosa abbiamo la certezza della sua provenienza, e quindi conviene per una questione di sicurezza e di salute. In secondo luogo costa anche di meno, visto che con il cibo importato si pagano anche altre spese extra come i dazi e i costi del trasporto. Meglio quindi scegliere per queste feste prodotti made in Italy.

Preferire primi piatti e verdure

I primi piatti e le verdure sono un vero must per qualsiasi menu, anche se si parla di quello natalizio. Inoltre, si tratta di piatti perfetti anche in ottica di risparmio, perché tendono a costare meno e si può essere quindi anche particolarmente generosi con le porzioni. In questo modo vinciamo due volte: dal punto di vista del portafoglio, e anche sul versante della sazietà e della soddisfazione a tavola.

Dire no alla plastica

Sebbene gli invitati durante questi eventi siano in genere parecchi e la voglia di lavare piatti e piattini non sia sempre altissima, è bene cominciare a risparmiare anche sull’uso della plastica. Contando che ormai sono presenti più di 14 milioni di tonnellate di plastica nei nostri oceani, è bene imparare a fare a meno di questi prodotti e di quelli che prevedono questo tipo di imballaggio. Si tratta poi di una scelta che viene incontro anche al nostro portafogli, dato che abolire i bicchieri e i piatti di plastica permette di risparmiare il 20% circa del budget.

Preferire i dolci fatti in casa

Spesso compriamo i dolci in pasticceria, più per pigrizia che per altro, perché quelli fatti in casa sono altrettanto buoni, e soprattutto sono decisamente più economici. Una delle regole per risparmiare, ma senza rinunciare al buon cibo, è optare per i dolci fatti con le proprie mani. Fra l’altro si tratta di un metodo utile anche per divertirsi tutti in famiglia, coinvolgendo anche i bambini e creando un clima natalizio più vicino alle tradizioni alle quali siamo abituati.

Anche quest’anno non dobbiamo rinunciare a festeggiare il Natale al meglio: con i consigli visti oggi sarà poi possibile farlo riuscendo anche a risparmiare.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina