Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

pennente prova2

Valle del Tenna, conclusi i lavori all'impianto irriguo

vasca di regolazione e compenso

Fermano - Conclusi importanti lavori all’impianto irriguo della Valle del Tenna. Nuova condotta di 6 Km e vasca di compenso di 50.000 mc. Investiti oltre 8 milioni di euro In progetto nuovo lotto che alimenterà la bassa Valle del Tenna e parte di quella dell'Ete Vivo. Il Consorzio di Bonifica ha appena concluso importanti lavori di ammodernamento all'impianto irriguo della Valle del Tenna. A soli due mesi dal completamento della nuova condotta in acciaio di oltre 6 Km nella valle dell’Aso, l’ente di bonifica porta a termine un nuovo progetto strategico che prevede una nuova condotta in pressione di altri 6 Km, e una vasca di regolazione e compenso di 50.000 mc (fondi PSR 2007/2013).

“Il progetto – spiega il direttore dell’area tecnica del Consorzio, l’ingegner Riccardo Treggiari - si inserisce nel programma di trasformazione del sistema di erogazione dell’acqua destinata all’agricoltura dell’intera vallata di Tenna e Aso. Si è passati dalle modalità a scorrimento alla distribuzione in pressione, dove il prezioso fluido viene convogliato in condotte interrate, con evidenti benefici”. Le opere realizzate hanno interessato i Comuni di Falerone, Montegiorgio, Fermo (loc.Boara), Magliano di Tenna, Belmonte Piceno e Grottazzolina. Tra i manufatti di rilievo progettati, domina proprio la vasca di regolazione e compenso (in territorio di Falerone) di circa 12.000 mq in pianta, per una capacità volumetrica di 50.000 mc. La vasca è in grado di garantire, nel caso di mancata derivazione dalla presa per qualsiasi motivo, un’autonomia nella distribuzione di acqua per circa 8 ore di consumo nel giorno di punta.

Dalla vasca parte poi una coppia di tubazioni in acciaio (diametro 1000) che si sviluppa per 1.825 metri lineari, sino al nuovo edificio “Nodo di Monteverde”. Dal nodo prende il via la condotta lunga complessivamente quasi 6 km, che consente di portare acqua (senza attività distributiva) sino a Magliano di Tenna, da cui, grazie ad un attraversamento aereo in acciaio sul fiume lungo circa 130 metri, viene servito il territorio di Belmonte Piceno. Il Consorzio di Bonifica si sta inoltre preparando per un futuro lotto che prevede la possibilità di alimentare la bassa valle del Tenna e quota parte della vallata dell’Ete Vivo. Il costo complessivo dell’intervento (IVA inclusa) è stato di 8.351.270 euro. Vedi e scarica le foto su: www.bonificamarche.it

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina