Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Una Fermana tutto cuore gioca 70 minuti in 10, va avanti e viene raggiunta solo al 93' dall'Arzignano

CALCIO - La beffa è proprio allo scadere per la Fermana: stoica per 70 minuti in dieci, in vantaggio con il solito Cognigni, ma colpita sul fischio finale da Piccioni di testa per una gara che strappa solo applausi. Schieramenti confermati sui due fronti con mister Antonioli che sceglie di ripartire dallo stesso 11 che ha ottenuto il preziosissimo successo di Fano, mentre l’Arzignano si affida al 4-3-1-2 con Pattarello dietro Piccioni e Rocco. Palleggia bene la squadra di mister Colombo che non riesce mai a trovare lo spazio giusto anche se la Fermana nella prima parte di gara deve fare i cotni con diversi imprevisti. Oltre all’infortunio di Rolfini, anche l’episodio del ventesimo con il rosso diretto a capitan Comotto che sembra far pendere l’ago della bilancia ulteriormente dalla parte veneta. E invece la Fermana si sblocca, ridisegnata da Antonioli con 4-4-1, con Rolfini che lascia il posto a Manetta che si piazza al centro della difesa. La Fermana moltiplica le energie e si rende pericolosa con un sinistro di Lancini che chiama Faccioli all’intervento in tuffo.

La gara diventa tesa e fioccano i gialli ma la Fermana trova il vantaggio in pieno recupero. Da una punizione di D’Angelo, Scrosta la butta dentro e Cognigni gonfia la rete sotto la Duomo per la prima volta in questa stagione, dopo tre gol sempre da nove punti e tutti in trasferta. Nella ripresa dopo neanche due minuti è ancora Fermana con Manetta, sempre su punizione di D’Angelo, a sfiorare l’incrocio dei pali. Brivido intorno al 17’ con il palo colpito in ripartenza dall’Arzignano grazie alla volata di Pattarello conclusa con il mancino. Alza il numero di giri del motore l’Arzignano che impegna Gemello con la testa di Cais. In uno degli ultimi assalti arriva l’inzuccata vincente di Piccioni che fissa il pari definitivo.

FERMANA-ARZIGNANO 1-1

FERMANA (3-5-2): Gemello; De Pascalis (34’ st Ricciardi), Comotto, Scrosta (28’ st Persia); Iotti, Urbinati, Mane, D'Angelo (34’ st Maistrello), Lancini; Cognigni (28’ st Petrucci), Rolfini (21’ Manetta). A disp. Palombo, Venturi, Bellini, Isacco, Molinari, Mantini, Sperotto. All. Antonioli

ARZIGNANO (4-3-1-2): Faccioli; Pasqualoni (17’ st Tazza), Bonalumi, Bachini, Barzaghi; Perretta, Maldonado, Balestrero (1’ st Anastasia); Pattarello (30’ st Ferrara); Piccioni, Rocco (17’ st Cais). A disp. Amatori, Antonazzi. Hoxha, Flores, Bigolin, Casini, Lo Porto, Valagussa. All. Colombo

ARBITRO: Mario Saia di Palermo

RETI: 46’ Cognigni, 48’ st Piccioni

NOTE: spettatori circa. Ammoniti Gemello, D’Angelo, Balestrero, Maldonado, Scrosta. Espulso 18’ Comotto per gioco violento. Recupero 3 + 5

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Musica Classica
    Montemarciano ricorda l'Olocausto

    con il Concerto della Memoria


    Montemarciano
    25 Jan 2020
  • Teatro e Danza
    Le susse di una zitella

    con la Compagnia Teatro Accademia


    Pesaro
    dal 25/01/2020 al 26/01/2020
  • Altri eventi
    Montastero di Fonte Avellana

    consegna della targa Unesco


    Serra sant'abbondio
    25 Jan 2020
  • Teatro e Danza
    A che servono gli uomini?

    di Iaia Fiastri. Con Nancy Brilli, Fioretta Mari. Regia Lina Wertmüller


    Ascoli piceno
    dal 25/01/2020 al 26/01/2020
  • Teatro e Danza
    Giusto la fine del mondo

    di Jean-Luc Lagarce. Con Anna Bonaiuto, Alessandro Tedeschi, Vanessa Scalera, Barbara Ronchi, Vincenzo De Michele. Regia Francesco Frangipane


    Macerata
    dal 25/01/2020 al 26/01/2020
  • Musica Leggera
    Omar Sosa & Yilian Canizares duo

    special guest Gustavo Ovalles. “Aguas” Live tour


    Sant'elpidio a mare
    25 Jan 2020

Annunci

Vai all'inizio della pagina