Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Gianluca Urbinati fa cento con la Fermana. Per Iotti stagione finita

CALCIO - Le 100 presenze in gialloblu probabilmente quattro anni fa il centrocampista Gianluca Urbinati non lo avrebbe neanche immaginate. E' lui stesso a confermarle e a confidare che non le avrebbe mai immaginate in una cornice del genere. Trascinatore della Fermana dalla serie D al ritorno tra i professionisti in serie C, fino allo splendido Campionato di questa stagione è uno straordinario crescendo quello di cui si sta rendendo protagonista Urbinati: "Sono cresciuto in maniera sbalorditiva dal punto di vista tecnico - ammette - credo che sia frutto della disciplina che metto durante l'allenamento, voglia di migliorarsi ed essere protagonisti. Poi la domenica vengono fuori i frutti di quello che facciamo durante la settimana. Ho preso anche consapevolezza che era necessario fare un salto di qualità e un passo in più in avanti perché la serie C lo richiedeva, non bastava solo la fisicità che magari in serie D potrebbe essere sufficiente. Raggiungere le 100 presenze con questa maglia è una grande soddisfazione - ammette Urbinati - sia personale che a livello di gruppo. Sono sincero questa maglia mi responsabilizza e sono una persona a cui piace prendersi le proprie responsabilità, sono orgoglioso di farlo e lo faccio più che volentieri. Avere una grande responsabilità significa anche avere importanza".

Ripercorre questi anni alla Fermana, dal punto di vista personale e di squadra, come se avesse ancora le immagini di ogni singolo momento davanti agli occhi: "Delle 100 presenze le più belle prestazioni sono state: quella col San Nicolò, in serie D, in cui prendemmo consapevolezza di poter vincere in Campionato; quest'anno a Pordenone in cui ho visto gli occhi della tigre in tutti noi e una forza di sacrificio indescrivibile. Poi personalmente non dimenticherò mai il gol con la Cremonese, in Tim Cup, il 2-0 che ribaltammo col Teramo vincendo 4-2, l'anno scorso. Ricordo, poi, che il mio esordio contro la Sambenedettese in casa personalmente non fu positivo, ma pareggiammo 3-3 al 90 con un eurogol di Cremona".

Urbinati torna dunque al presente: "Vincere col minimo scarto dà grande soddisfazione perché ti fa sudare tanto quei tre punti, come se in quel momento fossero la cosa più importante della propria vita e conquistarli alla fine è straordinario. Con la salvezza ormai ci siamo, il prossimo obiettivo che tutti abbiamo in testa e per cui tutti daremo l'anima sono i play off: un obiettivo che conferma che ogni anno abbiamo alzato l'asticella e siamo migliorati. Questa Fermana ha un carattere d'acciaio. I meriti della miglior difesa vanno equamente distribuiti perché siamo una squadra che corre tanto e si sacrifica a 360 gradi".

Concentratissimo sulla stagione in corso, Urbinati chiude ricordando la lunga trattativa dell'estate scorsa: "Il direttore ci vuole molto bene, ma in fase di trattativa non guarda in faccia a nessuno. Tutto poi si risolse per il meglio perchè alla base c'era l'interesse per la Fermana e per questa maglia e sono contento di essere rimasto".

FERMANA-VIS PESARO ANTICIPATA ALLE 14,30

Anticipata alle 14.30 la gara Fermana-Vis Pesaro, in programma domenica 24 marzo. La Lega, vista la richiesta avanzata in relazione a esigenze organizzative, a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara FERMANA-VIS PESARO, allo stadio Bruno Recchioni di Fermo, abbia inizio alle ore 14.30 anzichè alle 16.30, come precedentemente stabilito.

AGGIORNAMENTO ILARIO IOTTI

La Fermana comunica che, in seguito a ulteriori esami strumentali effettuati dal giocatore Ilario Iotti, emerge la lesione parziale del legamento crociato anteriore e dei menischi del ginocchio sinistro. Il tutto in seguito al trauma da impatto subìto sul campo di Teramo "Gaetano Bonolis", nel corso della gara Teramo-Fermana. Nei prossimi giorni sarà sottoposto alle visite ortopediche per valutare il migliore iter chirurgico. S'informa inoltre che, nel corso della seduta odierna, il giocatore Samuele Maurizi ha abbandonato l'allenamento anzitempo per un dolore alla gamba sinistra. Indisposto l'attaccante Dennis Van der Heijden a causa di un virus intestinale.

Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2019 11:25

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Altri eventi
    Incontri ravvicinati di un certo tipo

    con Adriana Biagiarelli Stecconi


    Ancona
    19 Mar 2019
  • Altri eventi
    Incontri ravvicinati di un certo tipo

    con Adriana Biagiarelli Stecconi


    Ancona
    19 Mar 2019
  • Mostre mercato
    12^ Mostra del libro e del fumetto per ragazzi

    a cura della Biblioteca comunale "F. Cini"


    Osimo
    dal 18/03/2019 al 29/03/2019
  • Musica Leggera
    Bowland

    al PalaRiviera la prima data del tour 2019


    San benedetto del tronto
    19 Mar 2019
  • Musica Leggera
    Bowland
    San benedetto del tronto
    19 Mar 2019
  • Altri eventi
    Parole & Nuvole

    la Storia, la Memoria


    Porto sant'elpidio
    dal 14/03/2019 al 05/04/2019

Annunci

Vai all'inizio della pagina