Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Buona la prima in Europa della Cucine Lube Civitanova

PALLAVOLO - La Cucine Lube Civitanova inizia bene il suo percorso in Champions League espugnando il campo del Jihostroj Ceske Budejovice in quattro set. I campioni del Mondo, arrivati in Repubblica Ceca praticamente appena 24 ore dal ritorno dal Brasile, gestiscono bene la fatica accumulata nelle tante ore di viaggio e tornano in Italia (in direzione Padova, domenica torna la SuperLega), con tre punti in tasca.

I cucinieri dominano primo e terzo mentre i padroni di casa (5 ace e 7 muri), spinti da un palasport piccolo ma tutto esaurito, danno da filo da torcere a Juantorena (top scorer con 18 punti) e compagni nel secondo set e nei punti finali del quarto: nei momenti decisivi la Cucine Lube Civitanova mantiene la freddezza giusta e chiude la gara con Kovar tra i protagonisti. Prossimo appuntamento europeo giovedì 19 ad Istanbul contro il Fenerbahce.

La partita

Coach De Giorgi sceglie al centro la coppia Bieniek-Anzani, per il resto la formazione già vista al Mondiale per Club: Bruno-Rychlicki (Ghafour causa problemi alla schiena non ha preso parte alla trasferta), Juantorena-Leal, Balaso libero. I cechi schierano De Amo regista in diagonale con Krestan, al centro Todua e Mach, in banda Mechkarov-Michalek, Krystof libero.

Subito break Cucine Lube Civitanova grazie agli errori in attacco di Mecharov e Michalek (2-5), Anzani e Bieniek lavorano bene al centro annullano due possibili contrattacchi dei cechi che sbagliano ancora (4-8). Sempre Bieniek, stavolta al servizio, dà il via (5-10) allo strappo più importante del parziale perfezionato dai contrattacchi di Leal e Juantorena (7-15). I cucinieri amministrano il vantaggio con Rychlicki (4 punti nel set) e chiudono senza problemi 18-25.

Partenza in salita con il servizio float di Mechkarov che regala ai cechi un parziale di 5-0 (5-2) mandando in crisi la ricezione biancorossa. Il Jihostroj cresce in attacco e continua a spingere in battuta (ace Mechkarov, 9-5, De Amo 12-8), c’è Kovar in campo per Leal, Juantorena non trova le mani del muro e i cechi volano a +5 (15-10). Kovar e Anzani portano la Cucine Lube al -2 (16-14), Michalek (62% in attacco) non passa (17-16) ma da quel momento in poi il Ceske Budejovice con tenacia ottiene sempre il cambio palla per poi strappare il set con due muri consecutivi su Rychlicki e Kovar (25-21). Non bastano i 6 punti di Juantorena.

Subito reazione Cucine Lube nel terzo set: Kovar (rimasto in campo per Leal) è protagonista dell’1-7 iniziale che lancia i biancorossi: il servizio biancorosso ora fa sentire la sua pressione (ace Rychlicki, 2-9), Michalek sbaglia due volte (3-12) ed il parziale è virtualmente chiuso. C’è tempo per due colpi strappa-applausi di Kovar e Juantorena (8-18 e 10-21), il set finisce 13-25 con un super 80% in attacco per i biancorossi, Kovar 6 punti con l’86%.

I biancorossi vogliono chiudere il discorso, con Bieniek-Juantorena scappano al +3 (5-8), ancora Kovar e l’italo-cubano allungano ancora (8-14). Dvorak inserisce Zmrhal per Mechkarov, il ceco firma anche un ace (11-15) ma Kovar rimette subito le distanze (11-17) in contrattacco. Arriva la reazione del Ceske Budejovice con Zmrhal e Mach a muro (17-19), sfuttando anche l’errore di Anzani: Kovar firma il nuovo +4 (18-22), poi sbaglia (20-22) ma la Cucine Lube tiene in nervi saldi (22-25).

Il tabellino

JIHOSTROJ CESKE BUDEJOVICE: Mechkarov 4, Mach 11, Krestan 17, Michalek 11, Ondrovic, De Amo, Krystof (l), Todua 9, Fila, Ulc n.e., Sotola n.e., Zmrhal 6, Emmer n.e.. All.: Dvorak.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 12, Kovar 13, D’Hulst n.e., Marchisio (l), Juantorena 18, Massari n.e., Leal 2, Rychlicki 14, Diamantini n.e., Simon n.e., Bruno, Bienek 10, Balaso (l). All.: De Giorgi.

ARBITRI: Medvid (UKR), Oleynik (RUS).

PARZIALI: 18-25 (26’), 25-21 (26’), 13-25 (21’), 22-25 (29’).

NOTE: C.Budejovice: 13 battute sbagliate, 5 aces, 7 muri vincenti, 48% in ricezione (22% perfette) 45% in attacco. Lube: 14 b.s., 5 aces, 4 m.v., 61% in ricezione (29% perfette) 59% in attacco.

Le interviste ai protagonisti del match in Repubblica Ceca

Osmany Juantorena: “Siamo stati bravi a cancellare l’emozione di quanto fatto qualche giorno fa e ripartire mettendo la testa in una manifestazione difficile come la Champions League. Non siamo stati perfetti ma non siamo delle macchine, l’importante era vincere e l’abbiamo fatto, dobbiamo essere contenti di questi primi tre punti europei. Noi siamo calati un po’ dopo il primo set e loro si sono caricati con il pubblico e hanno meritatamente vinto il secondo set: bravi noi a spingere nel terzo e quarto set chiudendo il discorso”.

Kamil Rychlicki: “E’ stato un buon inizio visto che veniamo da un viaggio faticoso e abbiamo conquistato tre punti importanti in trasferta. Bisogna sempre lottare e anche oggi siamo usciti vincenti, anche contro la stanchezza. E ora pensiamo già al campionato italiano con la trasferta di Padova”.

Simone Anzani: “Era doveroso iniziare il percorso europeo con una vittoria, specialmente dopo il successo al Mondiale per Club. La Champions League è sempre complicata e ci sarà da combattere, l’abbiamo visto oggi nel secondo set: bravi a reagire e restare compatti nei momenti di difficoltà. I nostri avversari sono stati aggressivi in battuta ma alla fine il nostro valore è venuto fuori, portiamo a casa questa vittoria”.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

  • Operai  Civitanova marche - cerca lavoro come operaio o aiuto cucina, disponib...
  • Auto  Fermo - anno 2014 colore nero, modello Lounge, 115.000 km,...
  • Accessori e ricambi  Fermo - misura 185 - 60 - 14 ottime metà battistrada esti...
  • Veicoli da lavoro  Fermo - Vendo furgone chiuso anno 2000 modello lt 28 quint...
  • Libri  Civitanova marche - Cerco libro, titolo La Cecchetti, autore Liuia Bri...

Vai all'inizio della pagina