Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

A Sant'Elpidio a Mare nasce il Suptevo

Pignotti, Ascenzi e Terrenzi

SUPTEVO – Sant’Elpidio a Mare, si sa, il mare ce l’ha solo nel nome e non nel territorio. Ma il mare ce l’ha anche nel cuore oltre che, da qualche tempo, anche nei programmi sportivi portati avanti da un elpidiense che si è lasciato guidare dalla sua grande passione per lo sport per portare nelle Marche qualche cosa di nuovo. Si tratta di Marco Ascenzi, giovane personal trainer del Centro Sportivo Serena di Casette d’Ete che è stato ricevuto dal Sindaco Alessio Terrenzi e dall’Assessore allo Sport Alessio Pignotti ai quali ha illustrato la sua idea, i suoi progetti e il suo grande entusiasmo.

Durante il periodo della quarantena Marco ha saputo reinventarsi e, guardando il mare, si è lasciato ispirare dando vita al “Sup-fit training”. In estrema sintesi la sua idea è quella di portare in mare tutte quelle attività che fino ad ora si sono sempre fatte sulla terra. Come? Dando una nuova dimensione al Sup. Lo stand up paddle, meglio conosciuto come SUP è una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola (simile a quella del surf ma con maggior volume per sostenere il peso dell'atleta), utilizzando una pagaia apposita per la propulsione. Questo sport ha avuto una considerevole crescita negli ultimi anni a livello mondiale, con molti praticanti anche in Italia ed ora arriva anche nelle Marche grazie ad un elpidiense che ha, così, arricchito il carnet delle pratiche sportive di cui la Città è ricca.

“La mia è un’idea particolare di SUP – dice Ascenzi – con un pizzico d’innovazione. Assieme a Mary della Giovanna, la mia socia, che mi ha permesso di conoscere questa pratica sportiva, ho pensato di passare ad un’evoluzione del SUP con il SUPTEVO (SupFit Training Evolution) si intende una emozione, uno stato d’animo, una sensazione con lo spostamento in acqua di quello che si è abituati a fare sulla terraferma come allenamento. Sarà un’esperienza molto particolare e stimolante: non solo perché ci si potrà allenare tra una pagaiata e l’altra, ma perché sarà proposto un vero e proprio percorso sportivo ma anche emozionale. Questo nuovo metodo di allentamento permette un lavoro metabolico dove si bruciano dalle 500 alle 1000 kcal all’ora ed è adatto ad ogni età. Si lavora la forza, la resistenza e si andranno a migliorare notevolmente le capacità coordinative e cinestetiche. È un ottimo lavoro per trasformare il grasso in muscolo, adatto nei mesi estivi per favorire un allenamento ad alto consumo calorico. Ma stiamo pensando non solo al lato sportivo quando, anche, a quello emozionale, approfittando delle suggestioni della natura con allenamento alle prime luci del mattino o al tramonto, per trarre un’ulteriore energia da ciò che la natura offre in quei particolari e suggestivi momenti della giornata.

Le lezioni di gruppo di sup-fit training inizieranno a luglio e stiamo mettendo a punto tutti i dettagli: si potrà partire dalla base, per imparare a pagaiare, ma ci si potrà allenare anche in modo più complesso e fruire di una nuova idea di escursionismo, di sport e di natura. Non mancheranno anche occasioni per fare beneficenza ed attenzioni ai disabili con il progetto Un’ora in vacanza: l’idea è quella di organizzare iniziative, in collaborazione con Luca Eboli, a La playa de Cococciò, eventi specifici per i quali parte degli ingressi andranno devoluto ad associazioni o soggetti meno fortunati”.

“Non posso che plaudire le intenzioni di questo giovane elpidiense che ha sempre messo tanta passione in tutto ciò che ha fatto – dice il Sindaco, Alessio Terrenzi – e sono orgoglioso della possibilità di veicolare il nome del nostro comune anche in una pratica sportiva che, per forza di cose, sarà praticata lungo la costa. Gli elpidiensi sono vulcanici, pieni di idee e di entusiasmo e Marco, assieme alla sua socia Mary, ne è la prova. Con questa disciplina ci riappropriamo, lasciatemelo dire, del mare che non abbiamo più e viene a crearsi una collaborazione con il Comune di Porto Sant’Elpidio (loro mettono il mare, noi la forza delle idee e l’organizzazione pratica) per consolidare un rapporto che è da sempre molto stretto tra le due municipalità”.

“A Marco va dato il merito di aver avuto un’idea originale – aggiunge l’Assessore allo Sport Alessio Pignotti – ed abbiamo voluto dare risalto a questa novità per premiare l’intraprendenza degli elpidiensi. A lui e alla sua socia auguriamo tanta fortuna. In passato abbiamo dato merito a società sportive che hanno avuto successi: in questo caso il successo è già in partenza con un’idea nuova che porterà in giro il nome della nostra Città in una disciplina che incuriosisce e che ha tutte le carte in regola per essere la vera novità dell’estate”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina