Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Gestione emergenza Covid 19: il punto dell'amministrazione comunale veregrense

MONTEGRANARO - L’Amministrazione comunale, con l’assoluta convinzione che il momento imponga a tutti la massima coesione e l’astenersi da inutili e sterili contrapposizioni, intende precisare, senza alcuna vena polemica e solo per spirito di verità, quanto segue in merito all’articolo del 23 marzo 2020 a firma del Gruppo Consiliare “Montegranaro tra la Gente”.

L’Amministrazione comunale, ed il Sindaco in primis, ha cercato, pur nella drammaticità della situazione, di mettere in atto tutte le scelte utili per salvaguardare la salute dei propri concittadini con la massima sollecitudine e tempestività; cercando di informare e rendere partecipe la minoranza, con i comprensibili limiti dovuti al repentino evolversi della situazione ed alle evidenti difficoltà logistiche, su quanto fatto.

A tal proposito il Comune di Montegranaro:

- Ha provveduto reiteratamente, primo Comune dell’intera provincia di Fermo, alla sanificazione di tutti gli edifici comunali fin dall’inizio dell’emergenza (primi giorni di marzo);

- Ha provveduto per ben due volte alla sanificazione, sia manuale che con apposito mezzo, dell’intero territorio comunale;

- Ha provveduto tempestivamente, prima che vi fossero provvedimenti nazionali o regionali, alla chiusura di tutti i possibili luoghi di contagio: mercato settimanale, parchi e giardini pubblici, cimitero comunale ed Ecocentro;

- Ha distribuito tempestivamente, portandoli direttamente a casa ed evitando pericolosi assembramenti, buoni alimentari a quasi 400 famiglie montegranaresi per un importo di quasi 100.000 euro con l’obbiettivo di aiutare tutti i soggetti in difficoltà economica a causa della prolungata inattività. Non corrisponde a verità che i buoni siano stati utilizzati per l’acquisto di beni voluttuari, quali alcool, visto che nessun esercizio commerciale convenzionato ha accettato i buoni per l’acquisto di beni non strettamente alimentari;

- Ha licenziato un atto di indirizzo, nella Giunta svoltasi giovedì 23 aprile, per collaborare e gestire le ulteriori situazioni di difficoltà economica direttamente con la Caritas delegando alla stessa l’individuazione dei soggetti bisognosi;

- Ha consegnato, portandole direttamente a casa ed evitando anche in questo caso dannosi assembramenti, oltre 10.000 mascherine, tra quelle acquistate dal Comune, fornite dalla Regione Marche e donate da privati Cittadini (i numeri saranno puntualmente chiariti non appena conclusa l’attività di distribuzione). Non corrisponde a verità il prezzo di acquisto delle mascherine indicato dai Consiglieri di opposizione;

- Segue con particolare attenzione la questione dei test seriologici per non precludere la possibilità di effettuare gli stessi, non appena chiarite modalità e validazioni a livello regionale e nazionale, alle categorie a rischio tra i cittadini veregrensi;

- L’Ecocentro è stato chiuso e le attività di ritiro di ingombranti e sfalci sono state sospese in primo luogo per evitare di esporre a rischio gli addetti alla raccolta e, in un secondo momento, è divenuta indispensabile per la chiusura dei centri di raccolta di detti materiali. Non appena gli stessi saranno riaperti la struttura sarà prontamente riaperta. Non dobbiamo dimenticare che lo spazio relativo all’Ecocentro è stato utilizzato in questo periodo come punto di raccolta dei rifiuti ritirati presso le abitazioni dei cittadini positivi e in isolamento domiciliare che non hanno effettuato la raccolta differenziata;

- Si è messa a lavorare immediatamente per rivedere il bilancio di previsione e per, alla luce dello sconvolgimento dovuto al Coronavirus, aggiornare le priorità con l’unico obbiettivo di liberare tutte le risorse possibili per aiutare le famiglie montegranaresi, i commercianti, gli artigiani e le imprese. A tal proposito non appare in alcun modo anomalo che un Assessore, nell’ambito della propria delega, discuta preventivamente con gli operatori del settore al fine di verificare possibili risposte alla crisi in atto.

Non appena saranno chiare tutte le cifre disponibili - questione di giorni - è precisa volontà dell’Amministrazione comunale di coinvolgere la minoranza consiliare, così come già preannunciato, su l’utilizzo delle stesse, sui singoli interventi da porre in essere e, inoltre, sulle modalità di erogazione degli aiuti economici.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina