Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Codice Blu, dalla corsia al mare. Negli Stabilimenti aderenti servizi gratuiti al personale sanitario impegnato nell’emergenza Covid-19

MARCHE – Il titolo richiama parole, come codice o corsia, che purtroppo in questi mesi abbiamo sentito troppe volte durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 che continua a tenerci in apprensione nonostante il forte calo dei contagi. Codice Blu, dalla corsia al mare è l’etichetta scelta per un’iniziativa semplice ma dal grande impatto emotivo e morale. Sib (il Sindacato degli Stabilimenti Balneari), Fipe (Il Sindacato dei Pubblici Esercizi)-Confcommercio Marche Centrali hanno elaborato un progetto con l’obiettivo di dare il proprio contributo per ringraziare ed esprimere profonda riconoscenza a chi, in questo periodo così difficile per l’intero Paese, si è sacrificato e ha lottato in prima linea per il bene di tutti.

I medici, gli infermieri e tutti gli operatori e tecnici sanitari, hanno dovuto affrontare situazioni difficili, faticose, con coraggio, impegno e generosità. Per questo la decisione di dedicarsi a loro e di ringraziarli per l’impegno profuso, offrendo la possibilità di trascorrere giornate rilassanti in un’atmosfera cordiale e ospitale che da sempre ci rende unici nel mondo.

Con l’iniziativa Codice Blu, dalla corsia al mare, si è pensato di mettere a disposizione dei servizi a titolo gratuito che ogni Stabilimento Balneare offrirà liberamente. Iniziative dello stesso tenore sono state già avviate a macchia di leopardo perciò si è sentita l’esigenza di accorpare il tutto in un’unica iniziativa come spiega il Direttore Generale Confcommercio Marche Centrali prof. Massimiliano Polacco: “Abbiamo cercato di dare un’impronta unitaria alla voglia delle singole imprese di ringraziare chi in questi mesi si è speso per tutelare la salute nazionale. Così in breve tempo abbiamo coinvolto la rete delle aziende associate e, nonostante sia stato fatto tutto in corsa e in un momento in cui le attività balneari sono impegnate nel cercare di recuperare il terreno perso nei mesi scorsi, siamo riusciti a coinvolgere e a convogliare la crescente voglia dei nostri operatori di ringraziare il personale sanitario”.

Circa un’ottantina gli stabilimenti coinvolti nell’area di competenza di Confcommercio Marche Centrali e questo è il dato scorporato nel quale spicca il risultato di Porto San Giorgio (26 stabilimenti aderenti). Gli altri: Ancona 13, Falconara 10, Lido di Fermo 1, Pedaso 1, Numana 5, Porto Sant'Elpidio 1, Senigallia 18.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina