Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

FORM e Daniele di Bonaventura per un omaggio ad Astor Piazzolla sabato 27 febbraio al Teatro dell'Aquila

FERMO - A cento anni dalla nascita, la FORM, la colonna sonora delle Marche, omaggia Astor Pantaleón Piazzolla, tra i più famosi musicisti del XX secolo, riformatore del tango e strumentista d’avanguardia.

Sabato 27 febbraio, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana mostra tutta la sua duttilità con un progetto che va oltre il repertorio sinfonico classico: Tango suite, con gli arrangiamenti, le composizioni originali, la direzione e l’esecuzione di Daniele di Bonaventura.

Fermano, di Bonaventura è uno dei più interessanti interpreti contemporanei di bandoneón, già noto al pubblico della FORM per le sue coinvolgenti esibizioni con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana nelle scorse stagioni.

Un binomio “crossover”: di Bonaventura, pur avendo una formazione musicale di estrazione classica coltiva un forte interesse per la musica improvvisata; ha pubblicato più di 90 dischi e ha collaborato con tantissimi protagonisti della musica mondiale. Nel 2003 ha composto, eseguito e registrato la Suite per Bandoneon e Orchestra, e nel 2013 Viaggio Mediterraneo, opere entrambe commissionate dalla FORM, a conferma delle grandi qualità artistiche del Maestro marchigiano, i cui interessi spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro del cinema e della danza.

Dal Teatro dell’Aquila di Fermo, il musicista fermano, con il suo bandoneón, e FORM eseguiranno musiche di Astor Piazzolla, del “re del tango” Carlos Gardel e dello stesso di Bonaventura.

Il concerto, realizzato grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Fermo, verrà eseguito senza pubblico e sarà in onda alle ore 21.00 su ÈTv Marche e in streaming sui canali social della FORM: YouTube (https://www.youtube.com/formorchestra), Vimeo (https://www.vimeo/filarmonicamarchigiana) e Facebook (https://www.facebook.com/FORMorchestra) e sulla pagina YouTube di Visit Fermo.

“E’ un onore poter ospitare nel nostro Teatro dell’Aquila questo concerto – le parole dell’assessore alla cultura Micol Lanzidei - che vede insieme un grande e affermato musicista della nostra città come Daniele Di Bonaventura, che ringraziamo, nella sua Fermo, suonare insieme all’Orchestra Filarmonica Marchigiana, in questo omaggio di artisti della nostra regione al famoso compositore argentino. Ancora una volta un concerto che potrà esser seguito in tv e solo on line ma che, comunque, rappresenta lo sforzo congiunto di Amministrazione e artisti di far vivere il nostro teatro, di tenere sempre alta l’attenzione sul mondo dello spettacolo dando la possibilità di avere concerti e spettacoli di grande qualità”.

L’esecuzione del sabato sera viene anticipata venerdì 26 febbraio, alle 23.00, sempre su ÈTv Marche e in streaming sui social da una breve conversazione, inserita nell’ambito di una serie di FORM Café e intitolata A ragionar di musica che introdurrà lo spettatore sul programma musicale, tra note musicali e aneddoti.

Info: www.filarmonicamarchigiana.com.

DANIELE DI BONAVENTURA Bandoneon, arrangiamenti e direzione

Nato a Fermo, Daniele di Bonaventura, compositore-arrangiatore, pianista-bandoneonista, ha coltivato sin dall’inizio della sua attività un forte interesse per la musica improvvisata pur avendo una formazione musicale di estrazione classica (diploma in Composizione) iniziata a soli 8 anni con lo studio del pianoforte, del violoncello, della composizione e della direzione d’orchestra. Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro del cinema e della danza. Ha suonato nei principali festival italiani ed internazionali. Ha suonato, registrato e collaborato con: Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Bollani, A Filetta, Oliver Lake, David Murray, Miroslav Vitous, Rita Marcotulli, David Liebman, Toots Tielemans, Lenny White, Robin Kenyatta, Omar Sosa, Joanne Brackeen, Greg Osby, Ira Coleman, Dino Saluzzi, Javier Girotto, Cèsar Stroscio, Tenores di Bitti, Aires Tango, Peppe Servillo, David Riondino, Francesco Guccini, Sergio Cammariere, Lella Costa, Ornella Vanoni, Franco Califano, Eugenio Allegri, Alessandro Haber, Enzo De Caro, Omero Antonutti, Giuseppe Battiston, Giuseppe Piccioni, Mimmo Cuticchio, Custòdio Castelo, Andrè Jaume, Furio Di Castri, U.T. Gandhi, Guinga, Riccardo Fassi, Frank Marocco, Paolo Vinaccia, Mathias Eick, Bendik Hofseth, Pierre Favre, Jaques Morelembaum, Ivan Lins, e Quintetto Violado.

foto allegata di Valentinas Ryckovas

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina