Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Guerra dei dazi, a rischio anche l’export agroalimentare delle Marche

MARCHE - Il braccio di ferro tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti rischia di soffocare le esportazioni agroalimentari marchigiane che, negli ultimi anni, sono cresciute fino a superare i 24 milioni di euro lo scorso anno. Un dato in crescita costante negli ultimi 10 anni (+ 158%) e che rischia di vedersi tarpate le ali da quelle metalliche degli aeroplani. Già perché alla base della ritorsione Usa, con il Registro Federale che ha già abbozzato una black list di prodotti da sottoporre a dazio, c’è proprio la disputa nel settore aeronautico che coinvolge l’americana Boeing e l’europea Airbus. Dopo che il WTO ha informalmente notificato alle parti una bozza di decisione a favore degli States, Trump potrebbe entrare subito in azione. Secondo indiscrezioni, a fronte di una lista USA di prodotti da sottoporre a dazio per un valore totale di 21 miliardi di dollari, la sentenza del WTO potrebbe “autorizzare” dazi per un importo compreso tra 5 e 10 miliardi di dollari nei confronti dei prodotti europei. Sulla base della black list già pubblicata sul registro Federale Usa ad essere maggiormente colpiti potrebbero essere nell’ordine la Francia, l’Italia e la Germania e a pagare il conto più salato per il Belpaese sarebbe il Made in Italy agroalimentare con formaggi, vini, salumi, pasta, olio extravergine di oliva.

“Un rischio economico enorme per il settore agroalimentare marchigiano non solo per via del prevedibile calo di esportazione in un Paese storicamente amante del cibo italiano ma anche per il futuro proliferare di falso Made in Italy – avverte Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche - Le industrie di trasformazione statunitensi, complici di questa decisione, godranno dei dazi per imporre i propri prodotti sul mercato a discapito dell'Italia e dei cittadini che non saranno in grado di distinguere la reale provenienza di ciò che andranno ad acquistare”.

Proprio il vino rappresenta circa un terzo del valore delle esportazioni marchigiane oltreoceano. Gli ultimi dati vedono l’export agroalimentare Made in Marche superare i 14 milioni di euro a metà 2019, + 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al top, si diceva, il vino (+10%) ma vanno alla grande anche marmellate e creme di ortaggi con quasi 2,5 milioni nel secondo trimestre 2019, valore più che raddoppiato rispetto al 2018.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Eventi Oggi

  • Presepi Viventi
    Rievocazione della Natività

    in abiti quattrocenteschi, cortei storici


    Urbino
    07 Dec 2019
  • Presepi Artistici
    Presepi napoletani in mostra

    collezione degli Amici del Presepe di Ercolano


    Ancona
    dal 07/12/2019 al 31/01/2020
  • Presepi Artistici
    Presepe artistico meccanizzato “Benedetto XVI”
    Loreto
    dal 01/12/2019 al 01/03/2020
  • Presepi Artistici
    Presepe tradizionale meccanizzato “Santa Casa”
    Loreto
    dal 01/12/2019 al 31/01/2020
  • Presepi Artistici
    Presepe artistico meccanizzato “Benedetto XVI”
    Loreto
    dal 01/12/2019 al 29/02/2020
  • Feste popolari
    “Il Natale che non ti aspetti” di Pesaro e Urbino pronto a stupire nel week end

    Sabato 7 e domenica 8 dicembre tornano gli eventi di Candelara, Fano, Frontone, Gradara, Mombaroccio e Pesaro. Inaugurano Urbino, Mercatello sul Metauro, Fermignano, Pergola, Montecchio, Fossombrone e Mondolfo



    dal 07/12/2019 al 08/12/2019

Annunci

Carusone - Marzo 2019

Vai all'inizio della pagina