Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

"Compro a Grotta", l'iniziativa del Comune di Grottazzolina a sostegno dell'economia locale

GROTTAZZOLINA - Interessante iniziativa dell'Amministrazione Comunale di Grottazzolina che, in questo momento storico particolarmente difficile, intende dare un aiuto concreto ai piccoli negozi del proprio territorio con un’iniziativa, denominata "Compro a Grotta", volta a stimolare gli acquisti presso le attività del comune. Gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa riceveranno voucher del valore di 10 euro che potranno cedere ai propri clienti, fino ad un massimo di 3 alla volta a fronte di una spesa pari ad almeno il doppio del valore. 1 Voucher per una spesa di almeno 20 euro, 2 voucher per una spesa di almeno 40 euro, 3 voucher per una spesa superiore a 60 euro.

Il cliente a sua volta potrà presentare il voucher ricevuto presso un altro negozio ed utilizzarlo in pagamento, totale o parziale, di una spesa pari ad almeno il valore del voucher stesso.

Il secondo negoziante che ha ricevuto il voucher in pagamento presenterà poi lo stesso al Comune per la riscossione completando il percorso dell’operazione. In questo modo dietro ad ogni singolo voucher di 10 euro che ha completato il suo giro, ci saranno acquisti fatti presso attività di Grottazzolina per almeno 30 euro. L’iniziativa parte mercoledì 16 Dicembre e terminerà il 15 Gennaio 2021 e complessivamente, attraverso fondi comunali, saranno messi in circolazione 800 buoni distribuiti tra i 30 commercianti partecipanti.

Un meccanismo, più facile da mettere in pratica che spiegare, attraverso il quale il Comune di Grottazzolina ha inteso dare il suo piccolo contributo concreto di stimolo e sostegno alle attività commerciali dopo aver già messo in campo numerose altre misure a sostegno di famiglie e imprese grazie anche, ma non solo, ai fondi statali ricevuti.

"Ogni risorsa possibile è stata utilizzata, in questo momento difficile per tutti, a sostegno di famiglie, imprese e attività commerciali, senza intaccare il livello dei servizi che un comune deve garantire alla propria comunità - fanno sapere dall'amministrazione comunale -. Ricordiamo i Buoni Spesa per famiglie in difficoltà (è in corso la seconda emissione), lo spostamento per tutti di prima rata Tari e Imu, riduzione 50% TARI per le imprese che hanno dovuto sospendere l’attività causa Covid, Riduzione 50% costo trasporto scolastico, contributi fondo perduto per attività di ristorazione e bar, contributi per famiglie con minori, contributi per nuovi nati anno 2020, servizio di consegna a domicilio spesa per anziani soli (grazie ai volontari civici e della protezione civile)".

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina