Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Cesetti su area di crisi complessa del distretto pelli calzature Fermano-Maceratese: "Pienamente operativa la progettualità"

MARCHE - Fabrizio Cesetti ha partecipato, insieme al Presidente della CCIAA Gino Sabatini ed alla Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola, al webinar organizzato da CNA sugli strumenti di agevolazione per le imprese nell’Area di crisi industriale complessa del distretto pelli-calzature.

"Si tratta di un primo pacchetto di misure per aziende e disoccupati - annuncia Fabrizio Cesetti - a cui seguirà un secondo pacchetto altrettanto sostanzioso tra la fine del 2020 e gli inizi del 2021. E’ già operativo dal 13 agosto il bando di finanziamento per le micro, piccole e medie imprese che intendono sostenere spese per investimenti materiali e immateriali, servizi di consulenza per strategie ICT e di marketing, per avviare nuove unità produttive, diversificare la produzione, innovare il processo produttivo nei 42 Comuni dell’area interessata dall’Accordo di Programma, con una dotazione di circa 5 milioni di euro. Le imprese interessate, operanti nella manifattura, nei servizi alla produzione e in alcuni settori dell’industria culturale e creativa, con priorità per la filiera delle pelli-calzature, per le attività ricettive e per l’agroindustria, potranno presentare i loro progetti fino alle ore 12 del 30 settembre. Importante l’agevolazione che verrà riconosciuta in caso di approvazione dei progetti: un contributo a fondo perduto pari al 40% dell’importo dell’investimento ammissibile, che dovrà essere compreso tra i 100.000,00 e gli 800.000,00 euro. Ma non è questo l’unico Bando – aggiunge Cesetti – che la Regione ha pronto già da alcune settimane; sarà a breve pubblicato anche l’Avviso per il sostegno alla creazione di impresa finanziato con risorse pari a 3 milioni di euro del POR FSE. Con questa misura, che già nel territorio ha riscosso un ottimo successo nelle passate edizioni, giovani e disoccupati verranno incoraggiati ad intraprendere percorsi di autoimprenditorialità in tutti i settori economici, eccetto l’agricoltura, creando nuova occupazione. Per agevolare l’avvio di nuove attività di impresa e di servizi utilizzeremo una modalità di attuazione semplificata che non richiederà alle neoimprese di rendicontare i costi sostenuti, ma riconoscerà un importo forfettario erogabile a titolo di contributo a fondo perduto, fino ad un massimo di 35.000,00 per ogni nuova impresa creata".

"Infine – conclude Cesetti – di questa prima tranche di agevolazioni disponibili per il distretto farà parte anche l’Avviso nazionale della legge 181/89 che la Regione ha concertato con il MiSE prima della pausa estiva, sulla base dei requisiti e delle condizioni oggetto della revisione normativa dello scorso anno. Con un plafond di 15 milioni di euro verranno finanziati progetti di investimento produttivo e di tutela ambientale, integrati con innovazione organizzativa e piani di incremento occupazionale, di importo superiore a 1 milione di euro da parte di imprese singole o aggregate in rete (in questo caso l’investimento che ogni impresa deve sostenere è pari a 400.000,00). Le imprese potranno fruire di un mix di agevolazioni tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato per investimenti consistenti in opere edili, acquisto terreno, macchinari, impianti, attrezzature, beni innovativi, formazione. La pubblicazione dell’Avviso nazionale è prevista per la prima settimana di settembre, con la presentazione delle domande che sarà possibile da metà ottobre a metà gennaio 2021".

Devi effettuare il login per inviare commenti
togetherlatsett20

Annunci

Vai all'inizio della pagina