Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Web Matria 2020, a Porto Sant'Elpidio il secondo appuntamento con Lucia Tancredi e Loredana Lipperini

PORTO SANT'ELPIDIO - Matria continua il suo percorso nel web alla ricerca delle donne incomode con un secondo appuntamento davvero interessante che vede al centro due donne attive e combattive nel panorama culturale italiano, ovvero le scrittrici Loredana Lipperini e Lucia Tancredi. Ospitate virtualmente dal comune di Porto Sant’Elpidio e introdotte dalla direttrice artistica Oriana Salvucci, dall'Assessora alle Pari Opportunità Emanuela Ferracuti e dalla delegata alle Pari Opportunità Patrizia Canzonetta, le due intellettuali e narratrici dialogheranno in live streaming sui canali Facebook (https://www.facebook.com/matria2019) e Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCDV-j7UXvzeN0ww5DSm3g3g/) di Matria, il 23 Maggio alle ore 18, presentando l'ultimo libro di Loredana Lipperini, Magia Nera.

Chi sono infatti le Incomode secondo Loredana Lipperini? Proprio quelle donne che anche Matria, rassegna culturale promossa dalla Commissione per le Pari Opportunità della Regione Marche e dalla coraggiosa e infaticabile presidente Meri Marziali, intende insegnare a vedere nel nostro quotidiano; sono donne connotate dalla vita activa teorizzata da Hannah Arendt, che le rende da oggetto da tutelare, vittime e vessate, a soggetto attivo, vivo, pensante ed esprimente il proprio pensiero altro in ogni aspetto dell’umana esistenza e dell’umana fragilità, anche a costo di essere etichettate come smisurate, spudorate o scomode. E nessuno avrebbe potuto raccontarlo meglio di Loredana Lipperini e Lucia Tancredi.

Lucia Tancredi, nata a San Lorenzo in Lamis in Puglia ed orgogliosamente maceratese di adozione, è scrittrice, editrice per la EV (http://www.evcasaeditrice.it/index.php) e insegnante di letteratura proprio a Macerata, ove è nota la sua capacità di cogliere, nei suoi romanzi e nelle sue biografie, la forza, l'intelligenza e l’insospettata vita activa (e spesso nascosta dai narratori maschi che le hanno circondate) di personaggi femminili controversi e poco conosciuti: Monica d'Ippona, madre di Sant'Agostino, in Io, Monica, Ildegarda di Bingen, mistica visionaria medievale, in Ildegarda, la potenza e la grazia, e Giulia Schucht, compagna di Antonio Gramsci, in La vita privata di Giulia Schucht. Loredana Lipperini è nata a Roma nel 1956, ma ha fatto, proprio come Lucia Tancredi, delle Marche la sua patria d'elezione, nonché la sua sede creativa. Giornalista scomoda e radicale nelle sue inchieste culturali per testate quali La Repubblica, L’Espresso, il Venerdì e l’Unità, ha condotto programmi televisivi dedicati all’editoria, come Confini e L’altra edicola sulla Rai, e programmi radiofonici come Farenheit su Radio Tre. Ha un suo blog dove discute e porta alla luce ottima editoria italiana ed internazionale, ovvero Lipperatura (http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/) ed è autrice eclettica di notevoli romanzi, come i fantasy Esbat, Sopdet e Tanit con lo pseudonimo di Laura Manni, e le biografie romanzate con un poco velato intento di fare inchiesta come L'Arrivo di Saturno, dedicato ad Ilaria Alpi. Ha inoltre firmato saggi giornalistici sul femminicidio, come L'ho uccisa perchè l'amavo. Falso!, Ancora dalla parte delle bambine e Non è un paese per vecchie, e sulla dipendenza dal web, come Morti di fama. Iperconnessi e sradicati fra le maglie del web. Nella sua raccolta Magia Nera parla di dodici donne, e di queste dialogherà con Lucia Tancredi. Dodici protagoniste che sembrano nascondere dietro a storie dolorose e tragiche una forza invincibile, una determinazione quasi maniacale e una volontà di vivere così forte, da sfiorare ironicamente (agli occhi dell’autrice) e latentemente (nel terrorizzato sguardo del lettore) la magia nera, proprio quella dismisura, quella sconvolgente fermezza e volontà di fare della propria esperienza vera conoscenza, che per secoli hanno fatto apparire (e lo fanno anche qui con un sapiente gioco narrativo) le donne nel comune immaginario quasi come streghe.

L'Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Porto Sant’Elpidio,Emanuela Ferracuti, ha accolto con queste parole l’arrivo virtuale del secondo appuntamento di Matria nella sua città e le sue interessanti innovazioni per la fruizione digitale di una rassegna così fortemente legata al territorio: "L'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Porto Sant'Elpidio ha voluto fortemente dare voce alla rassegna Matria quest'anno intitolata In-Comode. Il ruolo della donna nella società è da sempre visto come qualcosa di fastidioso ingombrante, soprattutto quando questa riveste ruoli o mansioni che la vede in prima linea. Condizione che abbiamo potuto riscontrare ancora una volta in questo utlimo periodo di epocale emergenza sanitaria. Il ruolo della donna nella società appare sempre molto scontato eppure, le donne hanno ricoperto un faticoso e rischioso ruolo di primo piano, con una serie di attività professionali di prima linea in campo sanitario e negli ospedali, come nelle residenze per anziani e nelle farmacie; ma anche a casa, a seguire i figli senza scuola, o nell’insegnamento a distanza, o nel commercio di prossimità, in quei piccoli ma fondamentali negozi retti da donne, o come commesse nella grande distribuzione. Per non dimenticare le preziose donne del volontariato".

Oriana Salvucci, direttrice artistica della rassegna, ha così definito la personalità delle sue due ospiti e la brillante lettura di vita activa come stregoneria nel pungente libro della Lipperini: "Due gigantesse della letteratura in appassionato dialogo via web come i tempi lo richiedono. Il pretesto del discorso l'ultimo libro di Loredana Lipperini, Magia nera, una raccolta di racconti con protagoniste dodici donne, ove la dimensione reale e quella magica si intrecciano a riaffermare il dialogo intimo e fecondo che le donne intrattengono con la magia, con lo straordinario, con l'impossibile. Due donne Incomode, Loredana Lipperini e Lucia Tancredi, due donne non circoscrivibili entro la spazio di una cornice, due donne che hanno scritto il loro destino, due donne che si sono date il diritto di scrivere inaugurando una nuova narrazione. Sarà un dialogo da ricordare e riascoltare di tanto, in tanto."

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina