Tentano di rubare due auto, ma interviene la Polizia

FERMO - Nel rispetto dei diritti delle persone indagate, da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento, indagini preliminari, fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, ed al fine di assicurare il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, si comunica che la Squadra Mobile di Fermo, nell’ambito di mirati servizi di controllo, ha collezionato un altro importante successo, recuperando in tempi lampo tre autovetture rubate e restituendole ai legittimi proprietari.

I fatti sono avvenuti martedì notte, intorno alle ore 4,30 quando i poliziotti transitavano in località Lido San Tommaso di Fermo, in prossimità dell’incrocio con via Pietro Nenni.

Arrivati all’altezza di via Carlo Cattaneo, notavano tre autovetture, una Fiat Punto, una Volkswagen T-Cross e un’Audi A1, che procedevano a distanza ravvicinata e con andatura particolarmente spedita. Insospettiti, gli uomini della Mobile, con la loro auto “civetta”, le avvicinavano con l’intenzione di controllarne gli occupanti, ma i delinquenti, vedendosi scoperti, acceleravano in modo repentino per fuggire.

Ne nasceva un inseguimento nel corso del quale i malviventi imboccavano una strada senza uscita e, sentendosi ormai braccati dalle luci blu, abbandonavano le auto proseguendo la fuga a piedi nelle campagne circostanti. La Squadra Mobile riusciva però ad acciuffare uno dei delinquenti: un foggiano ventenne che veniva immediatamente bloccato e condotto in Questura.

Tutte e tre le autovetture abbandonate in fretta e furia venivano sequestrate dalla Polizia e portate in Questura dove, gli uomini del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica procedevano, quindi, ad un meticolosa perquisizione, grazie alla quale venivano rinvenuti all’interno delle macchine oggetti atti allo scasso, delle centraline elettroniche sofisticate per autovetture e altro materiale che sarà utile alle indagini.

Ultimati gli accertamenti di rito, le auto venivano riconsegnate ai legittimi proprietari, increduli del fatto che le loro auto fossero state recuperate “notte tempo” dalla Polizia e restituite loro intatte.

Per il giovane ventenne è scattata la denuncia per ricettazione e porto di armi ed oggetti atti ad offendere. Il Questore della Provincia di Fermo emetteva anche, nei confronti del malvivente, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio grazie alla quale il foggiano non potrà più fare ritorno nel comune di Fermo per quattro anni.

Sono in corso proficue indagini per addivenire alla identificazione della batteria.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vai all'inizio della pagina
Preferenze Cookie
Le tue preferenze relative al consenso
Qui puoi esprimere le tue preferenze di consenso alle tecnologie di tracciamento che adottiamo per offrire le funzionalità e attività sotto descritte. Per ottenere ulteriori informazioni, fai riferimento alla Cookie Policy.Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento.
Analytics
Questi cookie ci permettono di contare le visite e fonti di traffico in modo da poter misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito. Ci aiutano a sapere quali sono le pagine più e meno popolari e vedere come i visitatori si muovono intorno al sito. Tutte le informazioni raccolte dai cookie sono aggregate e quindi anonime.
Google Analytics
Accetta
Declina
Accetta tutti
Rifiuta tutti
Salva la corrente selezione