Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Raccolta differenziata all'84% nelle zone di Fermo con isole ecologiche informatizzate

FERMO - Un buon inizio anche se i primi dati sono in divenire, in attesa che il sistema di raccolta differenziata con le isole ecologiche informatizzate entri a pieno regime in tutta la città. Per ora, dalle zone dove il sistema è operativo (con il quartiere di Santa Caterina dove le isole sono attive solo da un paio di mesi) i risultati parlano di un 84%. “Dati che saranno effettivi quando appunto si coprirà l’intera città. Entro l’anno verrà completato il secondo lotto, è già stato fatto un primo incontro con la cittadinanza e se ne farà un altro a breve, in quanto entro la fine del 2017 verranno installate 25 isole fra viale Trento, via Respighi e le vie limitrofe – ha detto l’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi – verrà invece attivato il porta a porta in via Pompeiana. Al centro storico vero e proprio stiamo valutando un sistema misto porta a porta/isole ecologiche”.

“Una volta coperto l’intero territorio stiamo studiando dei dispositivi premiali per incentivare i cittadini ad un corretto conferimento che possa permettere loro di avere sconti sulla tariffa – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro – chi si impegna a differenziare bene, pagherà meno Tari. Un degno passo avanti di una città che vuole essere moderna”.

A tutto questo si aggiungono anche i controlli e le segnalazioni nei casi di conferimenti illeciti o impropri in convenzione con la Lida (guardie zoofile). “La novità è che anche gli operatori della Fermo Asite potrano segnalare comportamenti scorretti – ha detto Marco Amati, responsabile tecnico Asite - l’accertamento spetterà alla Polizia Municipale”. “Quello del conferimento illecito è un fenomento che persiste, abbiamo attivato questa convenzione chiamata “Cittadinanza Attiva” con le guardie zoofile con l’obiettivo di far collaborare il cittadino per disincentivare questi conferimenti non corretti. Ci saranno quindi gli “occhi” delle guardie zoofile e quelli elettronici che sono inseriti nella programmazione sotto forma di telecamere o fototrappole” – ha aggiunto l’assessore alla Polizia Municipale Mauro Torresi.

“Per evitare conferimenti impropri il cittadino deve sapere che esiste ed è operativo l’Ecocentro o centro di raccolta comunale in contrada San Martino” – ha aggiunto il consigliere comunale Massimo Monteleone.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Annunci

Vitali - Novembre 2019

Vai all'inizio della pagina