Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Fermo Asite, in questo momento di emergenza garantiti solo i servizi essenziali prioritari

FERMO - “Aree verdi e spiagge ora sono zone interdette per legge e ordinanze: sarebbe un controsenso recarsi in questi posti rispetto ai dettami di legge vigenti. Ovviamente quando si avrà la prospettiva di ripartenza, faremo tutto il possibile, come sempre fatto con la Fermo Asite che in questo momento sta cercando di limitare uscite e contatti del Personale che comunque è già impegnato nell’erogare i servizi essenziali prioritari in tutta la città e sull’ulteriore fronte dell’igienizzazione”.

Le parole del Sindaco Paolo Calcinaro dopo le richieste giunte da parte di diversi cittadini circa i lavori di manutenzione del verde pubblico, delle aree cani e delle spiagge, attività che in questo momento non possono essere garantite proprio perché, come da decreti e provvedimenti governativi vigenti, la Fermo Asite deve assicurare l’erogazione di servizi prioritari, come sta avvenendo scrupolosamente e quotidianamente dall’inizio dell’emergenza.

“La Fermo Asite sta facendo gli straordinari per garantire i servizi essenziali lavorando a ranghi ridotti, scelta necessaria anche per minimizzare il rischio di un contagio interno che metterebbe a repentaglio la tenuta dell’organizzazione lavorativa – aggiunge l’assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi. Abbiamo attivato servizi nuovi e delicatissimi come la disinfestazione delle strade, la raccolta domiciliare per le famiglie in quarantena e lo smaltimento dei rifiuti. Capisco e rispetto il desiderio di tanti cittadini di tornare alla normalità e la volontà di dare segnali positivi, ma noi dobbiamo fare i conti con la realtà, che ci vede impegnati in una situazione emergenziale senza precedenti. Attualmente le spiagge e le aree verdi sono inibite al pubblico per disposizione ministeriale, e non avrebbe alcun senso destinare le minime risorse lavorative di cui disponiamo in servizi non necessari. Quando sarà il momento, speriamo prima possibile, penseremo come sempre al litorale ed al verde pubblico, dove l’azienda ha dimostrato negli anni di saper garantire un servizio eccellente – prosegue l’assessore. Il direttore generale mi ha garantito che nel giro di 10/15 giorni dalla ripresa a pieni ranghi, tutti i parchi e tutto il litorale torneranno in piena funzionalità, anche mediante doppi turni del personale ora a riposo forzato. Per farvi capire l’attenzione che dedichiamo alla nostra spiaggia ed alle aree verdi, segnalo che prima del cosiddetto lockdown proprio in spiaggia a Lido di Fermo sono stati istallati nuovi bagni pubblici sulle spiagge libere mentre erano già iniziati i lavori della nuova area verde di San Michele. Ora però, l’azienda si deve concentrare in attività e servizi di prima necessità”.

Ad entrare nel dettaglio dell’azione giornaliera e degli interventi che vengono effettuati dalla Fermo Asite la governance dell’azienda con il Presidente Alberto Paradisi: “ la Fermo Asite ha dato seguito all’ordinanza n. 13 della Regione Marche, approntando un servizio domiciliare rivolto ai rifiuti delle abitazioni in cui dimorino soggetti risultati positivi al tampone Covid-19 posti in isolamento, o persone sottoposte a regime di quarantena obbligatoria, che poi vengono conferiti sulla base di specifiche istruzioni e successivamente raccolti e smaltiti dal personale Asite. Attualmente Personale dedicato provvede a interventi di igienizzazione con camion e spazzatrici che coprono costantemente le strade e le aree pubbliche dell’intero territorio comunale - compresi panchine, corrimano, ascensori, pensiline degli autobus, fontane, distributori dell’acqua, marciapiedi, ecc. - , dal centro fino alla costa, nell’intero arco della giornata, con turni ad orari scaglionati che vanno dalle 5 del mattino fino a tarda sera, mentre l’azienda continua ad assicurare i consueti servizi essenziali, vale a dire: raccolta e smaltimento rifiuti, pulizia dei quartieri e sfalcio del verde in prossimità degli incroci stradali, oltre al funzionamento della discarica con il trattamento rifiuti e l’esercizio della rete di distribuzione del metano. Altre e diverse attività "non emergenziali" non possono essere garantite, per non dire addirittura "vietate" come l'accesso in spiaggia.

Attenzione è stata posta anche al Personale dell’azienda, come spiega il Direttore Generale Emilio Cuomo: “ la Fermo Asite ha dovuto rapidamente riorganizzarsi per poter erogare quelli che sono i servizi essenziali ed è stata raggiunta, grazie anche alla collaborazione dei rappresentanti dei lavoratori, una rapida intesa per poter utilizzare proficuamente tutti gli ammortizzatori sociali dedicati e per poter attuare, ove possibile, modalità di lavoro remote. Inoltre dal 25 marzo scorso l’Asite ha attivato per questa fase emergenziale una specifica copertura assicurativa valida fino al 31 Dicembre 2020 per i dipendenti. Le garanzie previste sono: indennità di ricovero, indennità di convalescenza e assistenza post-ricovero. L’assicurazione è stata estesa per espressa volontà aziendale a tutti gli oltre 200 dipendenti”.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Club Incontri

Annunci

Vai all'inizio della pagina