Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

In bici da Pedaso a Milano... per fare la cosa giusta!

Oltre 500 km da percorrere in bici, cinque tappe, incontri con sindaci e cittadini, decine di Comuni attraversati. Fino a Milano, per arrivare a “Fa’ la cosa giusta!”: è La riciclabile, iniziativa dal profilo green ideata dalla xTreme software, un'azienda informatica nata negli anni '80 e con sede in Abruzzo.

Per promuovere l’applicazione per smartphone Io riciclo (attivata nel 2014 e che vede già l'adesione di 54 Comuni, fornendo l’agenda della raccolta differenziata ad oltre 1.500.000 di cittadini), cinque ingegneri della stessa xTreme software si muoveranno alla volta della Fieramilanocity per partecipare alla manifestazione dedicata al consumo critico e agli stili di vita sostenibili, in programma da venerdì 13 a domenica 15 marzo. Giunti a Milano i ri-ciclisti saranno a disposizione di chi parteciperà a “Fa’ la cosa giusta!” e vorrà ricevere maggiori informazioni sul tema. Sarà possibile incontrarli nel loro spazio espositivo o durante alcuni interventi, dei quali saranno relatori, nell’edizione della “Scuola di buone pratiche”, inserita quest’anno all’interno del programma di “Fa’ la cosa giusta!”.

I ri-ciclisti sono partiti domenica 8 marzo da Pedaso, il comune delle Marche che per primo ha aderito a IoRiciclo. Il sindaco ha consegnato loro un documento contenente i dati della raccolta differenziata del Comune da quando è disponibile la app, unitamente ad un saluto al sindaco della seconda città che conterrà le ragioni per le quali aderire al progetto.

I ri-ciclisti faranno tappa in un comune nei pressi di Senigallia, Cesenatico, Bologna e Parma. Nella seconda tappa consegneranno al sindaco la lettera del sindaco di Pedaso e gli chiederanno di aderire al progetto. Raccoglieranno questa adesione in un foglio e la porteranno al sindaco del Comune successivo e così via in tutti i Comuni. Una sorta di testimone di “buone pratiche”, a difesa dell’ambiente e del territorio.

E se le istituzioni dovessero essere momentaneamente indisponibili, niente paura: c'è sempre la cittadinanza attiva. I ri-ciclisti, infatti, giunti nella piazza del paese presenteranno il progetto ai cittadini e, a qualcuno di loro, chiederanno l’adesione attraverso l’introduzione del calendario della differenziata. A quel punto la lettera da portare al successivo Comune sarà firmata dal “Signor/ra Mario/a Rossi” cittadino del Comune di...

Durante il percorso la carovana sarà sempre in contatto con i propri followers attraverso un uso costante dei social network. Foto, pensieri, emozioni, incontri: tutto sarà documentato sulla pagina Facebook di IoRicilo, oltre che sui profili Twitter e Instagram.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli correlati (da tag)