Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Diversoinverso, la nuova stagione culturale nel segno degli elementi della natura

MONTERUBBIANO - Nel segno degli elementi della Natura si apre quest’anno la stagione culturale della Fondazione diversoinverso. Ciclo evocativo dei 4 elementi: acqua, fuoco, aria e terra posti in relazione ad un contesto culturale fermano.

Il primo incontro, domenica 5 luglio, in collaborazione con la Water Academy: LA MEMORIA DELL'ACQUA. La mattina, i bambini potranno partecipare ad un laboratorio centrato sulla gratitudine secondo la conoscenza delle proprietà fisiche dell'acqua. Il pomeriggio verranno illustrate le tematiche relative alle ultime scoperte sui principi fisici dell’elemento acqua poste in relazione alla pedagogia. Durante l’arco della giornata sarà presentato inoltre l’Emoto Peace project un progetto rivolto a tutti i bambini del mondo e presentato alle nazioni unite nel 2005. Alle 19.00 il M° Antonello Neri, al quale sarà consegnata la tessera Socio Onorario 2015, aprirà il suo concerto con la sua composizione dedicata all’acqua. Antonello Neri, aquilano di nascita e fermano d’adozione, ha composto musiche per un gran numero di spettacoli d’avanguardia tra cui “Gran serata futurista” e “Concerto per due voci” entrambi ripresi dalla Rai. Tra le ultime realizzazioni la colonna sonora del film “Regina Coeli”, l’avvio dell’integrale dei concerti per pianoforte di Mozart con l’orchestra del Teatro Marrucino e l’opera “Celestino Quinto” per soli, voci recitanti coro e orchestra.

Giovedì 16 luglio, con MUSICA IN ARIA Monterubbiano aprirà le sue porte per una serata nel segno di Euro Teodori. E’ un modo questo di ricordare il maestro da parte di chi lo ha conosciuto e amato. Fiati, archi, fisarmoniche suoneranno nei balconi, nel silenzio delle vie al tramonto, poi al calar della sera la piazza del paese si animerà con la sua musica. La serata terminerà al Parco di San Rocco, dove i musicisti potranno incontrarsi ed improvvisare, creando musica, armonia, condivisione e gioiosità, così come il maestro, che tanto ha amato la vita, avrebbe voluto.

Sabato 25 luglio: IL FUOCO I RACCONTI. Una serata intorno al falò nell’antico giardino terrazzato della fondazione. Il fuoco, il cibo, le storie, i miti, racconti tramandati da uno straordinario fabulatore quale è Vincenzo Di Bonaventura, un momento di riflessione e di incontro tra adulti e bambini, un viaggio negli archetipi che segnano il percorso dell’essere umano.

Domenica 9 agosto: IL RESPIRO DELLA TERRA. Un viaggio nel nostro passato attraverso i segni lasciati dai nostri padri che si concluderà con il suono dell'antico mondo pastorale. Dalle 17 sarà possibile visitare Monterubbiano e apprezzare i suoi simboli grazie alla presenza dell'esperto in simbologia e naturopatia Marco Pardini. Dal tramonto nel giardino della Fondazione sarà possibile incontrare i custodi della terra con i loro prodotti genuini, ascoltare i consigli di Marco Pradini sull'uso di spezie, gemme e fiori in cucina, e poterne apprezzare l'armonia nel menù della sera. A seguire: “Nell'anima l'eco delle zampogne” con Antonio Bini, autore di li chiamavano pifferari e i musicisti dell'Associazione Zampogne d'Abruzzo.

La stagione culturale terminerà sabato 29 agosto con AD PARNASSUM in collaborazione con l'Accademia di Musica Beniamino Gigli. Un momento dedicato agli artisti, prevalentemente giovani, e ai loro talenti. Dal tramonto “Visione del finesse” opere di Maria Gabriella Colonnella e dopo il consueto momento conviviale in giardino, il concerto al teatro della fondazione.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli correlati (da tag)