Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Il Concorso Postacchini non delude le aspettattive. Tutti i numeri della manifestazione

Un momento del concerto finale

FERMO - A qualche giorno dalla chiusura del sipario sulla 22^ edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”, arrivano i dati ufficiali relativi alla manifestazione. A partire dai 112 concorrenti, provenienti da 31 Paesi, per passare ai quattro pianisti accompagnatori ufficiali (Fabio Centanni, Cesarina Compagnoni, Sergio De Simone, Chiara Sarchini), ai quattro pianoforti forniti da Roberto Valli, ai quattro concerti premio, ai 13 premi, alle tre borse di studio, fino ai quattro premi speciali, oltre al “Postacchini”.

E poi i numeri che ruotano attorno al concorso, conclusosi lo scorso 30 maggio con la serata finale al Teatro dell’Aquila di Fermo. Dal 23 al 30 maggio sono state oltre duecento le persone provenienti da ogni parte del mondo che hanno popolato la città. La pagina Facebook del concorso, nei sette giorni di gara, ha visto quasi raddoppiare il numero di like, arrivando a quasi 400, con oltre tremila persone che hanno visualizzato la pagina. A lasciarsi coinvolgere con like, commenti e condivisioni sono state maggiormente le donne, di ogni nazionalità, con il 63% dell’interazione e, data la vittoria di due concorrenti provenienti dalla Turchia, sono stati 141 gli utenti attivi turchi che hanno condiviso e commentato i post pubblicati. In totale si sono toccati oltre 7.500 contatti per il periodo della competizione.

Anche la mostra di Liuteria Marchigiana e di “Preziosità al tempo di Postacchini”, aperta nei giorni del concorso, ha registrato un buon numero di presenze. Oltre ai concorrenti e agli accompagnatori, sono stati più di un centinaio i visitatori che hanno potuto ammirare i violini del liutaio jesino Giuseppe Quagliano e gli archetti dell’archettaio di Piombino Dese, Walter Barbiero.

La copertura dell'evento da parte della stampa è stata garantita da 50 articoli pubblicati sulle testate on line, 27 sulla carta stampata, un servizio del tg regionale e un’intervista di una radio locale. La serata conclusiva al Teatro dell’Aquila non ha infine smentito la tendenza al tutto esaurito, con i 124 palchi e la platea al completo.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli correlati (da tag)