Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Al via i lavori di Palazzo Giustiniani. Il sindaco Borroni: "Bene del territorio, sì a collaborazione pubblico-privato per sostenere patrimonio locale"

Monte Rinaldo

MONTE RINALDO - Iniziano i primi lavori di ristrutturazione di Palazzo Giustiniani a Monte Rinaldo. Il primo stralcio del progetto di restauro e recupero funzionale del palazzo riguardano il piano interrato, che sarà destinato alla promozione e alla valorizzazione di prodotti tipici e del patrimonio culturale del territorio, e il primo piano, che accoglierà una sala polivalente per convegni ed eventi.

Il progetto, approvato dalla Giunta comunale nella seconda metà del 2014 e finanziato dal Gal Fermano, è il primo passo di un più ampio programma di valorizzazione che mira a ridare immagine e importanza ad un palazzo di rilevante valore storico e artistico.

"Il restauro di Palazzo Giustiniani - dice il sindaco Gianmario Borroni - è un ulteriore passo avanti per completare un progetto di sviluppo che vuole valorizzare, oltre all’Area Archeologica La Cuma e al Museo Civico Archeologico, anche il nostro centro storico. Palazzo Giustiniani è una dimora rococò del XVIII secolo, costruita sopra l’antica cinta muraria, che si affaccia con le sue eleganti finestre decorate su Piazza Umberto I".

"La struttura - continua il primo cittadino - ha un valore inestimabile ma necessita di un'importante ristrutturazione anche nei piani superiori che, vista la bellezza e l’importanza storica, non possono essere lasciati all’abbandono. Facciamo quindi appello alle istituzioni, sollecitandole a sostenere il nostro patrimonio culturale, con lo scopo e con l’obiettivo di valorizzare beni di grande pregio storico-artistico, come è Palazzo Giustiniani, con potenzialità di sviluppo turistico-culturale per l’intero territorio, aprendo anche ad operazioni di joint venture pubblico/privato".

Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli correlati (da tag)