Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Messa a norma dello Stadio Ferranti, presto i lavori di ristrutturazione

PORTO SANT'ELPIDIO - Vanno avanti come da programma le procedure amministrative per l’individuazione della ditta che dovrà eseguire i lavori di ristrutturazione dello stadio ferranti: ieri, infatti, è avvenuta la procedura di apertura delle buste per l’aggiudicazione dei lavori necessari alla messa a norma dell’impianto sportivo. Le ditte che hanno partecipato alla gara sono 12 di cui due sono andate a soccorso istruttorio per permettere alle stesse di completare la documentazione istruttoria che hanno presentato.

A completamento di questa procedura, entro fine della prossima settimana, verranno aperte le buste con l’offerta economica e ci sarà la definizione della graduatoria e successivamente l’aggiudicazione dei lavori alla ditta che risulterà prima classificata.

Nello specifico l’intervento prevede la sostituzione delle recinzioni esistenti con nuove recinzioni rispondenti alle normative di sicurezza,; la realizzazione di un impianto di illuminazione di sicurezza sia sulle tribune che sul campo; l’adeguamento degli accessi degli spettatori con realizzazione di opere per facilitare l’ingresso delle persone diversamente abili e la realizzazione di un nuovo manufatto ad uso servizi igienici per spettatori, ospiti e infermeria.

“ Una volta individuata la ditta – spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci – provvederemo a prendere i primi contatti con la stessa per procedere con l’avvio dei lavori. L’obbiettivo dell’amministrazione è quello di far entrare entro la fine di gennaio la squadra che sta avendo ottimi risultati. Sicuramente questo intervento oltre ad avere lo scopo di promuovere l’attività sportiva e supportare la squadra locale ha anche la duplice valenza di rappresentare un strumento di promozione della città visto che le partite, che periodicamente verranno disputate, avranno a seguito un buon numero di tifosi sia locali che ospiti che provengono da varie regioni di’Italia”.

Devi effettuare il login per inviare commenti