Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Vaccini obbligatori per nidi e scuole materne: basta un'autocertificazione per l'inizio delle attività

SALUTE - In base a quanto stabilito dalla legge 31 luglio 2017, n. 119, recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci”, si rammenta che per garantire l’accesso dei propri figli negli asili nido (pubblici e privati) e nelle scuole materne è necessario presentare la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie. Nello specifico va presentata la copia del libretto vaccinale vidimato dalla Asl o il certificato vaccinale oppure l'attestazione della Asl che dice che il bambino è in regola o comunica l’esonero, l’omissione o il differimento delle vaccinazioni obbligatorie per motivi di salute. E' anche possibile presentare la prenotazione delle dimostrazioni mancanti presso i servizi dell'azienda sanitaria.

Un'altra possibilità è quella di presentare un'autocertificazione della regolarità delle vaccinazioni. La documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie potrà essere, dunque,sostituita dalla dichiarazione resa ai sensi del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 (cosiddetta autocertificazione); in tale caso, la documentazione idonea comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie dovrà essere presentata entro il 10 marzo 2018. Il modello di autocertificazione può essere reperito sul sito del Ministero della Salute o, a partire dal 1 settembre, anche presso gli uffici dei Servizi Sociali dei Comuni.

Devi effettuare il login per inviare commenti