Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.

Stampa questa pagina

Nuova oasi verde a San Michele, approvato il progetto definitivo

LIDO DI FERMO - Un progetto corposo, atteso e che sicuramente costituirà un nuovo polmone verde per la città. E’ l’area ricreativa che sorgerà a San Michele (nella foto la zona dove nascerà), alla fine di via Ancona, il cui progetto definitivo è stato approvato dalla Giunta Comunale. Un’area per bambini e famiglie dove trascorrere ore spensierate, all’aria aperta, nella quale sono previsti spazi verdi, giochi per i più piccoli, un’area fitness per chi vuole mantenersi in forma, una campana per giocare a basket, il tutto contemplato garantendo la massima accessibilità a diversamente abili o persone con mobilità ridotta.

Dunque, tanto verde con piante e arbusti, illuminazione a led, a risparmio energetico. Un’area che verrà modellata sulle attuali condizioni del terreno e che prevede nella parte alta anche uno spazio recintato per i cani. Insomma, un’oasi completa di tutti i comfort, in linea con l’azione portata avanti in questi anni dall’Amministrazione Comunale per dare ai quartieri spazi verdi e attrezzati, per lo svago dei più piccoli e delle loro famiglie.

“Anche a San Michele – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro - c’è questa intenzione di lasciare un importante punto di riferimento per varie età, per l’aggregazione sociale. Opere di vivibilità come queste che stiamo facendo in tanti quartieri rappresentano il segno evidente del progresso di questa città”.

Esprime soddisfazione l’assessore Alessandro Ciarrocchi, che da residente ha commentato l’investimento: “vivo il quartiere da quando sono nato e dopo tanti anni di immobilismo, un intervento pubblico significativo era molto atteso dai residenti. La conferma mi è stata data dalla straordinaria partecipazione e collaborazione dei cittadini quando si è sparsa la voce dell’idea progettuale: molto residenti mi hanno contattato per fornire consigli e proposte, diversi hanno addirittura partecipato al sopralluogo con il progettista. Grazie anche al loro contributo speriamo di aver pensato una riqualificazione utile a tutti che possa fungere da collante tra le due aree del quartiere (la vecchia San Michele e la nuova lottizzazione di via Barletta, via Trani e via Perugia)". L’assessore ha poi concluso con una dedica particolare: “la proposta che ho portato in giunta di un intervento di riqualificazione in questa area nasce da un’idea di mio padre che me lo segnalò come uno degli obiettivi del mio incarico, trattandosi di un’esigenza molto sentita nel quartiere. A conclusione dell’opera mi piacerebbe dedicare a lui questo lavoro”.

“Un’opera che sottolinea l’importanza delle aree verdi e delle loro finalità sociali – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani. Il progetto, redatto seguendo l’andamento del terreno in modo non impattante, persegue gli scopi che ci si è proposti ovvero quello di farne proprio un fulcro ed un punto di riferimento per il quartiere”.

Devi effettuare il login per inviare commenti